Accoglienza, via al progetto per famiglie in difficoltà

Posted on

Prolungare il percorso di sostegno alle famiglie di origine straniera che non possono più beneficiare dell’accoglienza e, al tempo stesso, contrastare la vulnerabilità sociale. Il Comune di Modena aderisce a “Intarsi – Azioni in rete per una comunità accogliente”, il progetto regionale finalizzato all’affiancamento dei nuclei familiari con minori a carico, in regola con le normative sulla permanenza in Italia, che si ritrovano in situazioni di difficoltà. La partecipazione all’iniziativa, finanziata con fondi dell’Unione europea e del ministero dell’Interno, è stata approvata nei giorni scorsi dalla giunta, su proposta dell’assessora alle Politiche sociali Roberta Pinelli, recependo l’assegnazione di un budget

Regolarizzazione 2020, c’è tempo fino al 15 luglio

Posted on

Sono quasi 32mila le domande di regolarizzazione arrivate in due settimane al Ministero dell’Interno. Ma il provvedimento del decreto Rilancio che punta a far emergere il lavoro nero conta richieste in continua crescita: la maggior parte riguarda colf e badanti. 1.208 al momento le richieste di permesso di soggiorno temporaneo per lavorare, ad esempio, in agricoltura. La raccolta delle domande è iniziata il 1 giugno 2020 e si concluderà, salvo modifiche, il 15 luglio 2020. La Regione Emilia-Romagna ha messo a punto, in un’unica pagina web, una selezione mirata e aggiornata di risorse on-line sull’attuale ‘Regolarizzazione’: https://sociale.regione.emilia-romagna.it/intercultura-magazine/notizie/regolarizzazione-2020-come-compilare-la-domanda-procedure-faq-e-materiali-multimediali-anche-in-lingua La pagina mira ad offrire una raccolta aggiornata di

Mediazione interculturale, il questionario della Regione

Posted on

Il Servizio Politiche per l’integrazione sociale, il contrasto alla povertà e Terzo settore della Regione Emilia-Romagna assieme al Servizio Assistenza territoriale e con il supporto del progetto europeo FAMI ICare hanno avviato una indagine sociale rivolta a chi ha operato, negli ultimi 3 anni, nella mediazione interculturale e/o linguistico-culturale nei servizi pubblici dell’Emilia-Romagna (sportelli e centri informativi per stranieri, aziende USL, ospedali, consultori, scuole, centri per l’impiego, servizi per migranti ecc.). Si tratta di una delle prime iniziative realizzate in Italia, che si pone anche l’obiettivo di aggiornare il quadro rilevato circa 10 anni fa grazie a un analogo studio. La

Cittadini stranieri e dinamiche occupazionali in Emilia Romagna

Posted on

L’Osservatorio regionale sul fenomeno migratorio dell’Emilia-Romagna ha pubblicato il volume Cittadini stranieri, mercato del lavoro e dinamiche occupazionali. Numerosi gli argomenti trattati, in serie storica e con stile comparativo: i tassi di occupazione e disoccupazione, le caratteristiche occupazionali e il tipo di rapporto di lavoro, le traiettorie lavorative, le specificità del lavoro domestico e di cura, l’imprenditoria e il lavoro autonomo. La pubblicazione regionale e i 9 approfondimenti provinciali sono liberamente consultabili e scaricabili qui:  https://sociale.regione.emilia-romagna.it/immigrati-e-stranieri/temi/osservatorio-regionale-sul-fenomeno-migratorio/focus-n-2-del-2019/cittadini-stranieri-mercato-del-lavoro-e-dinamiche-occupazionali-dati-al-31-12-2018 “Questo volume conferma che la presenza dei lavoratori stranieri porta un contributo fondamentale ed è un fattore strutturale nel mercato del lavoro regionale. Ed il lavoro rappresenta altresì

Erostraniero ha un nuovo sito

Posted on

Erostraniero, progetto di volontariato per l’integrazione degli stranieri residenti a Carpi e nei comuni delle Terre d’Argine, è online con un sito tutto nuovo: www.erostraniero.org Il sito:–        Offre un biglietto da visita efficace a tutti coloro che vorranno conoscere meglio il progetto Erostraniero.–        Da a tutti la possibilità di leggere, scaricare e conservare tutti i numeri del giornale del progetto: “Erostraniero – il giornale”.–        Permette di raccontare e condividere la storia di un progetto iniziato nel 2010 e che negli anni è cresciuto sempre di più.–        Propone un metodo semplice per contattare l’associazione. Erostraniero propone l’insegnamento della lingua e della cultura italiana e altre iniziative

“Cucire insieme” per una nuova vita

Posted on

L’ Association for the Integration of Women (AIW), nuova associazione nata a Modena che si dedica a fornire risorse per consentire alle giovani donne migranti da poco arrivate in città di mettere radici e rifiorire, ha dato il via ad un progetto chiamato Cucire Insieme. Obiettivo del progetto fornire supporto economico alle famiglie vulnerabili che vivono nel nostro territorio, consentendo a donne migranti con esperienza sartoriale di creare mascherine per la comunità. Le donazioni verranno utilizzate per retribuire donne migranti residenti a Modena che cuciranno mascherine, e per supportare AIW nell’accrescere le opportunità per donne migranti attraverso l’ampliamento dei propri

Torna a Modena il Festival della Migrazione

Nuovo appuntamento a Modena, dal 28 al 30 novembre, per la quarta edizione per il Festival della migrazione, promosso da Fondazione Migrantes, Porta Aperta, IntegriaMo e UNIMORE e sostenuto, tra gli altri, dal CSV di Modena. Obiettivo del Festival è quello di rappresentare la diversità, le sfumature e l’esperienza soggettiva all’interno della migrazione, partendo dal comune denominatore dell’appartenenza all’umanità.  58 relatori, 21 tra conferenze, eventi e spettacoli, 18 eventi di pre e post Festival, una mostra, un laboratorio per le scuole aperto per 3 settimane e la seconda edizione del Pranzo dei popoli ( per cui sono già aperte le iscrizioni –

Cittadini stranieri: i nuovi dati locali

Posted on

L’immigrazione costituisce uno dei fenomeni più significativi e trasversali della nostra società, ed in tal senso l’attività di osservazione del fenomeno migratorio, a livello regionale e locale, è indispensabile alla programmazione dei servizi e degli interventi utili a promuovere l’integrazione sociale dei cittadini di paesi terzi presenti sul territorio. Per questa ragione crediamo che sia di vostro interesse il Focus -con dati aggiornati al 1° gennaio 2019- dell’Osservatorio regionale sul fenomeno migratorio, contenente l’analisi statistica, dettagliata anche a livello provinciale e comunale, della popolazione regolare straniera residente in regione, della presenza e incidenza dei minori stranieri e, fra questi, dei

Immigrati volontari: giovani, istruiti e ben integrati

Posted on

Si è conclusa domenica 6 ottobre a Trento la XIX conferenza nazionale di CSVnet. La sessione di sabato 5 è stata incentrata sui primi risultati dell’indagine “Immigrati e volontariato in Italia”, uno studio condotto su scala nazionale focalizzato non sulle forme di intervento a favore delle persone di origine straniera, ma sul loro impegno in prima persona come volontari.L’indagine è stata promossa da CSVnet e realizzata dal centro studi Medì di Genova con la direzione scientifica del sociologo Maurizio Ambrosini, che era già intervenuto alla conferenza di CSVnet dello scorso anno sfatando gli stereotipi sui cittadini di origine straniera rispetto alla realtà. Ambrosini ha accompagnato all’illustrazione dei

Carpi – In 400 alla festa di Colori senza frontiere

Posted on

Quasi 400 le persone che domenica hanno partecipato alla festa multietnica “Colori senza frontiere” che si è tenuta a Carpi. Dal Marocco alla Tunisia, dal Senegal alla Nigeria, dalla Lettonia al Pakistan, un giro intorno al mondo alla scoperta di nuove culture, usi e costumi. A cominciare dalla tavola. Un modo divertente e…gustoso…per favorire l’integrazione e l’interazione tra le varie comunità del territorio. “Sono momenti a cui non bisogna assolutamente rinunciare – ha detto il vicesindaco di Carpi, Stefania Gasparini- alla base c’è l’idea di costruire una comunità che sa stare insieme e che non ha paura delle diversità e