Settimana Alzheimer: tante iniziative e una bella proposta

In tutta la provincia di Modena dal 16 al 22 settembre sono in programma eventi culturali, di sensibilizzazione e prevenzione sul tema delle demenze. Tutti gli eventi sono organizzati di concerto tra gli Enti Publici: Assessorati alla Politiche Sociali dei diversi Coumuni, Azienda Sanitaria Locale di Modena e le associazioni dei familiari. Per le iniziative vi invitiamo a consultare la nostra agenda, ricca di tanti appuntamenti Ma a Carpi l’Associazione Gruppo Assistenza Familiari Alzheimer ha dato vita ad un’iniziativa così particolare che vogliamo raccontarvela nel dettaglio. Si chiama “Tempo di cura & spazio di cultura”: grazie alla collaborazione della Biblioteca Multimediale

Ricerca sul cancro: grazie ad una donazione a Modena una macchina super innovativa

Posted on

Si chiama analizzatore di esosomi/microvescicole. Un nome all’apparenza complesso che indica un’apparecchiatura in grado di analizzare il “pulviscolo” che le cellule disperdono nel sangue alla ricerca di “tracce” di tumori o virus. Infine, questo “pulviscolo” può essere utilizzato anche come veicolo di diffusione di un farmaco antitumorale. Una strumentazione all’avanguardia, la prima di questo tipo nel nostro Paese, è frutto di una donazione di 80.000 euro di Giorgio Armani Operations – sede di Modena, grazie al supporto di ASEOP, l’Associazione per il Sostegno dell’Oncoematologia Pediatrica a Modena. La nuova strumentazione è stata installata nei Laboratori di Ricerca del Dipartimento Materno – Infantile del Policlinico di Modena. “È con

BPER e Associazione In-contromano sostengono l’Oncoematologia Pediatrica

Posted on

BPER Banca e l’Associazione In-Contromano di Maranello sostengono insieme l’Oncoematologia Pediatrica del Policlinico. La BPER, infatti, ha donato 20.000, in memoria di Luca, figlio di un suo dipendente, altri 4000 euro sono stati raccolti da In-contromano Onlus, in memoria di Sofia, figlia di uno dei membri dell’associazione. In-Contromano ha organizzato una serata teatrale realizzata il 25 maggio 2018 all’Auditorium Enzo Ferrari di Maranello in cui l’attrice e autrice Arianna Porcelli Safonov ha presentato “Tumorismo – ridere dove non c’è niente da ridere”, in stretta collaborazione con la collega Sarah Carla Frasca – attrice e tecnico di radioterapia presso l’IT di

Un incontro medici-pazienti e una lezione di yoga in piazza: il prossimo fine settimana torna l’appuntamento con la IPF World Week

Torna il 22 e 23 settembre 2018 l’appuntamento con la Settimana Mondiale della Fibrosi Polmonare Idiopatica, la malattia più grave e diffusa tra quelle rare del polmone. L’IPF (Idiopathic Pulmonary Fibrosis) è una patologia cronica e progressiva, a causa sconosciuta, che colpisce oltre 100.000 persone al mondo, con un incremento di circa 35.000 nuovi casi all’anno. A Modena sono tanti gli eventi organizzati nel prossimo fine settimana da AMA Fuori dal buio, associazione nata dalla collaborazione tra pazienti, medici e ricercatori impegnati a favore di quanti soffrono di queste patologie orfane e rare. Tra gli eventi in programma: sabato 22 settembre

Gruppi di supporto IPF: Ama Fuori dal Buio arriva sulla prestigiosa Acta Biomed for Health Professions

Posted on

di Daniela Magnani Dal 2013 l’Associazione AMA fuori dal buio (www.fuoridalbuio.it), in collaborazione col Centro per le malattie rare del polmone (MARP) dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena (Italia), ha contribuito all’avvio dei gruppi di supporto per persone con IPF e loro famigliari, con l’intento di offrire ai partecipanti un luogo e l’occasione per incontrare altre persone che vivono la stessa situazione, al fine di creare una rete di sostegno, condividere esperienze e ricevere conforto da parte di una comunità di persone in grado di comprendere l’impatto di questa malattia sulla propria vita e su quella delle persone vicine. Durante gli incontri,

A Vignola è tutto pronto per CamminaMente

Posted on

Tutti sono invitati a partecipare a CAMMINAMENTE a Vignola: gruppi sportivi, cittadini singoli o in gruppo. Il 30 Giugno 2018 è una giornata dedicata alla prevenzione; uno stile di vita sano è la somma di diversi fattori : alimentazione corretta, buone relazioni, interessi e non ultima  una MODERATA ATTIVITA’ FISICA L’associazione Per non sentirsi soli ONLUS da parecchi anni si occupa di promuovere  prevenzione nei confronti delle malattie neurodegenerative. “Un’ attività fisica moderata se praticata in modo regolare e costante riduce notevolmente l’insorgenza della  malattia di Alzheimer – spiega l’associazione –  Questo non vuol dire, per evitare equivoci, che si guarisce,

Vignola – Una metropolitana pedonale per la salute

Posted on

MuoviVi è un progetto che prevede l’attivazione della metropolitana urbana pedonale, che ha lo scopo di avviare le persone verso l’attività fisica per promuovere salute e la conoscenza tra le persone. Il percorso ha una lunghezza di 5,8 km e prevede 7 stazioni all’interno del centro di Vignola. I “treni” passano in diverse ore del giorno tutti i giorni dell’anno. Per camminare con noi: · Scegli un treno. · Leggi il giorno e l’ora in cui passa dalla tua stazione. · Vieni in stazione all’ora esatta e sali sul treno. · Un capo treno mantiene la velocità di passo costante

Rock No War e Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena insieme per la nuova Sala Ibrida

Posted on

Obiettivo della campagna è acquistare un angiografo digitale da 1 milione di euro Tutti insieme per la sala operatoria del futuro. Questo è lo slogan della campagna di raccolta fondi organizzata dall’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena con il supporto di ROCK NO WAR Onlus che ha preso ufficialmente il via lunedì 23 ottobre 2017. L’obiettivo è rendere possibile la costruzione, all’Ospedale Civile di Baggiovara della Sala Ibrida della Provincia di Modena. Stiamo parlando di una sala operatoria all’avanguardia, un grande spazio che contiene apparecchiature radiologiche tra le quali un angiografo di grande potenza. In questo unico ambiente gli specialisti

Un piccolo gesto per donare serenità ai bambini del Policlinico di Modena

Raccolta fondi per garantire la visita settimanale di 2 clown-dottori nei reparti di Oncoematologia e Chirurgia Pediatrica Per un bambino in ospedale è difficile conservare serenità, fantasia e voglia di giocare. La clownterapia è un’attività professionale che integra le cure tradizionali, contribuendo a ricostruire, attraverso il sorriso, le difese del bambino di fronte al trauma del ricovero. Ridere, infatti, non solo influisce sullo stato psicologico dei pazienti ma rafforza la loro capacità di affrontare la malattia velocizzando il percorso di guarigione. Dottor Sorriso ONLUS è stata la prima fondazione a portare la clownterapia in Italia, ormai più di vent’anni fa,