Carpi – Emergenza abitativa: Porta Aperta lancia un appello

Posted on

L’emergenza abitativa a Carpi è “drammatica” spiega Alessandro Gibertoni, responsabile del Centro di Ascolto di Porta Aperta. “Il mercato delle locazioni è ingessato da anni e, consci di tale criticità, abbiamo presentato nel novembre 2018, il progetto di social housing Non solo una casa per ripartire. Finanziato dal Ministero delle Politiche Sociali e dall’Unione delle Terre d’Argine e frutto del lavoro dei Piani di zona, il progetto ci vede come ente capofila – insieme a Dedalo, La Tenda, Circolo Anspi Eden, Circolo Anspi Madonna della Neve, Effatà e Il Mantello – per tentare così di implementare le risorse abitative sul territorio di Carpi ma anche di offrire una risposta strutturata per supportare le famiglie.

La Consulta per l’Integrazione pensa a Porta Aperta in occasione della Giornata del Dono

Posted on

“Un piccolo dono, per testimoniare la volontà della Consulta di essere a fianco di quelle realtà che, sul territorio, operano ogni giorno per la coesione sociale, l’inclusione e l’aiuto a chi si trova in stato di necessità. La povertà e il bisogno riguardano tutti i cittadini, italiani o stranieri che siano, e non possiamo che essere grati a tutto il personale di Porta Aperta, che si preoccupa soltanto di aiutare, senza fare differenze tra luogo di nascita o colore della pelle”: queste le parole con cui il nuovo Presidente della Consulta per l’Integrazione, Mohsen Briki, ha donato all’associazione Porta Aperta,

A Modena l’accoglienza è un’opera d’arte

Posted on

Una collaborazione interessante quella avviata dall’associazione Porta Aperta di Modena con gli artisti Daniele Gagliardi, Simone Fazio, Lisa Lazzaretti, Fabio Bonetti, Andrea Capucci, Pierluigi Lanzillotta che in occasione dei 40 anni dell’associazione hanno consegnato ciascuno un’opera ispirata ai temi dell’accoglienza e ospitalità, realizzando una serie di produzioni artistiche che rimarranno ad abbellire i locali del centro di accoglienza. di Laura Solieri “Non ero mai entrato in un centro di accoglienza prima di conoscere Porta Aperta e l’esperienza qui è stata estremamente arricchente – racconta Gagliardi che con i materiali di scarto del mercatino dell’usato l’Arca ha creato l’installazione “Substanza” –

Porta Aperta Carpi: 30 anni e non sentirli!

Proseguono i festeggiamenti per i 30 anni di Porta Aperta Carpi con la rassegna “Incontri di settembre”:  il 22 settembre ore 16.30 all’auditorium Loria di Carpi Francesco Maria Feltri parlerà della Solidarietà, in chiave storico letteraria e il 29 settembre ore 16 presso il Cinema Corso, la regista Liliana Cavani tratterà il tema della Povertà nel cinema italiano del dopoguerra, con Marmiroli Pietro e Dario D’Incerti. di Laura Solieri  “Nei trent’anni trascorsi dalla sua fondazione l’associazione si è modellata per cercare di dare risposte sempre più mirate ai bisogni espressi dalle persone incontrate – spiega Valentina Pepe, responsabile Area Progetti

Giovani richiedenti asilo impegnati al Braglia

Posted on

I primi a complimentarsi con loro per l’impegno che stanno dimostrando per rendere ancora più bello lo stadio Braglia sono stati proprio i giocatori del nuovo Modena FC 2018. Infatti, prima di partire per il ritiro di Montefiorino, lunedì 7 agosto, i canarini hanno voluto posare per alcune foto insieme ai giovani richiedenti asilo intenti a svolgere attività di volontariato al Braglia. Nello stadio di viale Monte Kosica già da alcuni giorni 13 richiedenti asilo ospitati in Centri di accoglienza gestiti da Porta Aperta, Caleidos e Fondazione Ceis stanno effettuando pulizie a bordo campo e tinteggiatura degli ingressi alle sedute.  A

Porta Aperta Modena: 40 anni di festa tra musica e parole

Posted on

Mercoledì 18 luglio 2018 l’associazione Porta Aperta di Modena, che in città gestisce il centro di accoglienza Madonna del Murazzo, festeggia 40 anni di attività con una serata aperta a tutti di musica e riflessioni dedicate al tema dell’accoglienza, e non mancheranno sorprese a cura della Nazionale Cantanti che sostiene l’iniziativa.   L’appuntamento è presso la Basilica abbaziale di San Pietro, in via San Pietro 1 a Modena: si comincia alle ore 18.30 con la celebrazione eucaristica presieduta da mons. Gian Carlo Perego, arcivescovo di Ferrara-Comacchio. A seguire, nello splendido chiostro di San Pietro, dopo il buffet, dalle ore 20.45

Richiedenti asilo in servizio per “In bici con la 4”

Posted on

In 16 impegnati in allestimento e attività. E da questa settimana altri saranno in viale Italia per presidiare l’attraversamento pedonale dei ragazzi che vanno a scuola Si sono occupati dell’allestimento, del presidio degli incroci e della predisposizione delle attività all’interno del parco. Sono i 16 stranieri richiedenti protezione internazionale che nella giornata di domenica 8 aprile, insieme ai volontari del Quartiere 4 e coordinati dal Centro stranieri del Comune di Modena, hanno contribuito al buon esito di “In bici con la 4”. La manifestazione che si è svolta a parco Ferrari ha visto complessivamente un migliaio di partecipanti; anche quest’anno

Modena – Freddo, Unità di strada che intercetta i senza dimora

Posted on

Nuovo servizio. Gli operatori professionali escono anche di giorno per mappare zone a rischio e contattare chi ha bisogno. In questi mesi oltre 90 persone accolte in struttura Sono operatori professionali con esperienza nei servizi a bassa soglia, rivolti cioè ad adulti in situazione di estrema difficoltà. Escono in giorni e fasce orarie diversificate recandosi nelle zone della città tradizionalmente critiche, ma anche in altri luoghi per intercettare diversi tipi di utenza. Dispongono di un veicolo, in modo da potere, se necessario, provvedere anche con immediatezza a collocare presso le strutture convenzionate le persone che ne hanno bisogno e sono

Housing first per senza fissa dimora

Posted on

Nell’ambito del Piano per l’accoglienza invernale si sperimentano percorsi di recupero: alloggi, servizi socio sanitari e volontariato per ricostruire un progetto di vita Sono destinati a sei persone senza fissa dimora i due alloggi, con tre posti letto ciascuno, entrati a far parte del Piano di Accoglienza Invernale del Comune di Modena. L’intervento, denominato Housing First, è tra quelli che l’assessorato al Welfare sta sperimentando nell’ambito delle azioni volte a contrastare gravi forme di marginalità, più evidenti quando il freddo espone a maggiori rischi gli homeless. Servizi sociali e Porta Aperta, associazione che da tempo si occupa di povertà estrema

Porta Aperta è il nuovo ente gestore di Portobello

Posted on

Dal 1° luglio 2017 Porta Aperta è succeduta ad Asvm – Associazione Servizi per il Volontariato di Modena – nella gestione di Portobello, emporio sociale di Modena. “In quattro anni l’emporio sociale è diventato il fiore all’occhiello del welfare di comunità di Modena. Imprese, volontari e terzo settore sono coinvolti nel progetto e siamo molto contenti che continui a crescere la partecipazione attorno all’idea di Portobello” dichiara Luca Barbari, presidente di Porta Aperta, nuovo ente gestore del progetto. La firma degli accordi con il Comune di Modena è giunta al termine di un percorso cominciato all’inizio del 2017, all’indomani della