Modena – Nuovo corso di cooperazione internazionale. Iscrizioni entro il 12 ottobre

Il corso offre formazione teorica e competenze operative di alto livello sui temi della cooperazione e della solidarietà internazionale.  Obiettivo principale è quello di stimolare e valorizzare la presenza dei giovani nella cooperazione internazionale e, al tempo stesso, sostenere e favorire la crescita del tessuto associativo modenese che opera attraverso progetti di cooperazione allo sviluppo e di solidarietà. Il corso si articola in 10 week end didattici, concentrati nelle giornate di sabato e domenica, e ulteriori attività laboratoriali e workshop. Durante i week end si alterneranno lezioni frontali con docenti universitari ed esperti, testimonianze di volontari e di associazioni attive nella

In arrivo il 20° semaforo per persone con disabilità visiva

Posted on

Sarà il ventesimo semaforo cittadino attrezzato per rispendere alle esigenze delle persone con disabilità visiva e potrà essere operativo nel giro di alcuni mesi. È stato approvato nei giorni scorsi, infatti, il progetto esecutivo per la realizzazione in via Galileo Galilei a Modena di un nuovo semaforo pedonale dotato dei dispositivi acustici e di prenotazione, così come dei percorsi tattili che consentono il passaggio in autonomia anche a non vedenti e ipovedenti. Il costo complessivo previsto è di 74 mila euro. La delibera, approvata dalla giunta su proposta dell’assessora alla Mobilità Alessandra Filippi, ricorda che l’intervento può contare su di

Da Firenze a Modena per conoscere Cà Nostra

Posted on

A Modena, in una palazzina non lontano dal centro città, si sperimenta già da alcuni anni una forma di welfare innovativo: “Ca’ Nostra”, un modello di coabitazione per anziani non-autosufficienti gestito dalle famiglie, in grado di coniugare domiciliarità, cura e bisogno di socialità, grazie al supporto di istituzioni e volontariato. La Comunità familiare, in cui abitano anziani con demenze e deficit cognitivi e personale addetto all’assistenza, può contare sul sostegno di una rete di familiari e volontari. Il modello funziona, tanto che lo scorso anno, in via Tignale del Garda, è nata anche “Ca’ Nostra 2”.A questo tipo di esperienza,

Da Regina Elena 3mila panettoni per anziani e bambini

Sono oltre 3.000 i panettoni e pandoro che per Natale saranno distribuiti agli anziani e ai bambini accolti nelle strutture comunali di Modena e dei Comuni montani grazie all’iniziativa dell’associazione internazionale Regina Elena Onlus, che opera a Modena dal 1994. Lunedì 9 dicembre i rappresentanti dell’associazione hanno incontrato in Piazza Grande il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli per consegnare i dolci natalizi che saranno distribuiti in strutture sociali in città. Altre donazioni sono avvenute a Bomporto, Carpi, Fiorano, Formigine, Palagano, Polinago e Sassuolo. In piazza c’erano anche scatoloni di giocattoli raccolti dalla parrocchia S. Venanzio di Maranello e dall’associazione Enjoy Modena – Biblioteca

ANCeSCAO Modena si rinnova: eletti i nuovi organismi provinciali

ANCeSCAO A.P.S. – Associazione Nazionale Centri Sociali, Comitati Anziani e Orti – a Modena è presente con 35 centri sociali e aree ortive aderenti, e con i suoi oltre 13.800  SOCI rappresenta un’associazione fortemente radicata sul territorio. Storicamente improntata alla creazione di occasioni di socialità per la popolazione anziana , oggi ANCeSCAO A.P.S a Modena propone numerose attività che spaziano dalla socializzazione intergenerazionale, alla cultura, alla gestione delle aree ortive e orti sociali, alla solidarietà e all’integrazione, in stretta collaborazione con gli enti locali e le altre associazioni modenesi. Venerdì 6 Dicembre, presso la sede di via 4 Novembre, i

Torna a Modena il Festival della Migrazione

Nuovo appuntamento a Modena, dal 28 al 30 novembre, per la quarta edizione per il Festival della migrazione, promosso da Fondazione Migrantes, Porta Aperta, IntegriaMo e UNIMORE e sostenuto, tra gli altri, dal CSV di Modena. Obiettivo del Festival è quello di rappresentare la diversità, le sfumature e l’esperienza soggettiva all’interno della migrazione, partendo dal comune denominatore dell’appartenenza all’umanità.  58 relatori, 21 tra conferenze, eventi e spettacoli, 18 eventi di pre e post Festival, una mostra, un laboratorio per le scuole aperto per 3 settimane e la seconda edizione del Pranzo dei popoli ( per cui sono già aperte le iscrizioni –

Fontane illuminate per Admo e Aseop a Modena

I colori delle fontane di Modena accompagnano le iniziative di sensibilizzazione delle associazioni che si occupano della donazione di midollo osseo (Admo) e della ricerca e del sostegno all’ematologia e oncologia pediatrica (Aseop). Fino a domenica 29 settembre, infatti, la Fontana dei Due fiumi del Graziosi, in largo Garibaldi, è illuminata in rosso accompagnano la settimana pro Admo che, insieme al Centro nazionale trapianti, al Centro nazionale sangue, al Registro italiano Donatori di midollo Osseo (Ibmdr) e alla  Federazione  Adoces promuove, per il quarto anno consecutivo, la settimana nazionale “Match it now” dedicata, appunto, all’informazione sul tema della donazione del

C’è tempo fino a venerdì per partecipare a YoungER Smart Life

Posted on

Il Comune di Modena sta cercando 10 volontari da inserire nel progetto YoungER Smart Life, il quale offre a ragazzi e ragazze dai 18 ai 29 anni, residenti, che studiano o lavorano in Emilia-Romagna, la possibilità di sperimentarsi acquisendo competenze nella progettazione, organizzazione e comunicazione di iniziative rivolte ai giovani. Con una particolarità fondamentale: devono essere finalizzate alla promozione della cittadinanza attiva e del volontariato, all’orientamento nella scelta del proprio percorso di studio o professionale, alla ricerca attiva del lavoro. Le iscrizioni scadono venerdì 23 agosto 2019 e l’impegno previsto per chi parteciperà è di 80 ore, in un periodo che va dal 2 settembre

Grandine su Modena: il Pettirosso chiede aiuto

Posted on

Non ce l’hanno fatta molti dei 250 anatroccoli che si trovavano al Centro  Faunistico Il Pettirosso di Modena. Si registrano vittime anche tra gli aironi, i cigni e i fenicotteri, decine gli animali feriti. Le linci sono state medicate e se la caveranno. “Purtroppo gli animali, per istinto, sentendo il rumore forte della grandine e del vento sopra le coperture scappano, si muovono – spiega il responsabile del centro, Piero Milani- una volta all’aperto, molti di loro sono stati colpiti da chicchi di grandine grossi come arance in testa o sul collo, tanti non hanno avuto scampo”. Anche la maggior