Modena, tanta gente per Don Mattia e il suo Pescatore di uomini

Posted on

Sono state circa un centinaio le persone che ieri nel tardo pomeriggio hanno partecipato all’incontro, promosso da CSV Terre Estensi, Vibra Club e Associazione Idee in Circolo, per la presentazione a Modena del libro “Pescatori di uomini” di don Mattia Ferrari. Una delle riflessioni più interessanti emerse durante la serata ha riguardato il diritto che ciascuno di noi ha di voler vedere rispettati e confermati i diritti umani e di poter rispondere in modo umanitario e Politico -con la P maiuscola, quindi nel senso di movimento dal basso- alla violazioni di questi, anche contestando le scelte del nostro stesso Governo

“Pescatori di uomini”. Presentazione del libro di don Mattia Ferrari e Nello Scavo

Posted on

L’appuntamento mercoledì 22 luglio alle 18.30 pressoLo Spazio Nuovo (viale IV Novembre, 40b, Modena) Il 9 maggio 2019 i volontari sulla Mare Jonio, la nave della piattaforma della società civile Mediterranea, individuano nel tratto di mare tra Sicilia e Libia un gommone in avaria con 30 migranti. «Da dove venite?» viene chiesto loro. «Dall’inferno», rispondono.Tra i primi a portare aiuto c’è un giovane prete che si è imbarcato come cappellano di bordo: don Mattia Ferrari, 26 anni. “Sono salito su quella nave per l’amicizia con i ragazzi dei centri sociali bolognesi Tpo e Làbas, che sono tra i fondatori di

3 ottobre, Giornata europea della memoria e dell’accoglienza

Anche l’Associazione Servizi Volontariato Modena aderisce alla campagna per riconoscere il 3 ottobre come “Giornata europea della memoria e dell’accoglienza”, in ricordo del naufragio avvenuta a Lampedusa nel 2013 in cui morirono 368 migranti, in gran parte proveniente dall’Eritrea. La campagna è stata lanciata da 35 organizzazioni di tutta Europa che partecipano al progetto europeo Snapshots from the borders e che hanno promosso una campagna di raccolta firme, condividendo l’appello affinché le politiche migratorie europee abbiano come valori guida umanità e solidarietà e, al contempo, promuovano la condivisione di responsabilità in tutti i paesi membri dell’Unione. La petizione on line, indirizzata

Accoglienza migranti: l’Unimore avvia un progetto per la creazione di un osservatorio

Mentre quotidianamente infuriano polemiche sul soccorso in mare dei migranti, dai ricercatori e docenti del CRID dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia viene la sollecitazione a volgere lo sguardo agli immigranti presenti sul nostro territorio ed alla efficacia delle politiche di inclusione sociale promosse a livello territoriale. Il progetto, che vede coinvolto come capofila il CRID – Centro di Ricerca Interdipartimentale su Discriminazioni e vulnerabilità (www.crid.unimore.it), in sinergia con rilevanti soggetti sociali impegnati in percorsi di accoglienza delle persone migranti come Porta Aperta, CEIS, Comunità l’Angolo e Arci, si propone di pervenire alla istituzione di un “Osservatorio sull’accoglienza dei migranti nel

In rete con i migranti: lavori in corso

Posted on

Nell’ambito del progetto “In Rete coi migranti”, che vede capofila il Comitao anziani orti S. Agnese e S. Damaso in partneriato con altri centri ANCeSCAO di Modena, è in corso di svolgimento e sono state svolte numerose attività e iniziative in favore della città Soggetti partecipanti Comitato anziani Orti S.Agnese e S.Damaso – Modena Comitato anziani Orti Buon Pastore – Modena Comitato anziani Orti Madonnina Comitato anziani orti Albareto – Modena GUARDA IL VIDEO RIASSUNTIVO DEL PROGETTO: clicca qui… Clicca qui per vedere tutte le iniziative del progetto che hanno coinvolto la città

Vicenda Aquarius, un corteo a Modena

Posted on

Si terrà oggi alle 19, con ritrovo in largo Sant’Agostino a Modena (davanti al Palazzo dei Musei), la camminata di cittadini che, dopo quanto accaduto nelle scorse ore alla nave Aquarius, vogliono ribadire che “la nostra umanità è aperta”. I partecipanti sono invitati a portare cartelli o indossare fasce bianche con scritto “umanità aperta”. Ad organizzare la manifestazione le associazioni modenesi aderenti a Tam Tam di Pace. “Pensiamo che prima di qualunque negoziato e colore politico venga la tutela della vita umana, per questo chiediamo di aprire i porti, garantire il soccorso in mare e salvare vite umane”, dicono gli

A Modena, begli esempi di integrazione

Posted on

Dal sindaco Gian Carlo Muzzarelli: Grazie ai richiedenti asilo che lo scorso 29 marzo, nell’ambito dell’iniziativa coordinata dal Comune di Modena Centro Stranieri organizzata in collaborazione con i volontari dei Quartieri 3 e 4, con l’importante apporto del “Comitato panchine”, hanno ripulito l’area verde che circonda la residenza Ramazzini e sistemato le panchine che, con l’arrivo della bella stagione, potranno ora essere utilizzate dagli ospiti della struttura. Con la sistemazione dell’area verde, si sono conclusi i lavori che in questi mesi hanno interessato la Casa residenza Ramazzini, dove l’Amministrazione comunale ha realizzato interventi di manutenzione straordinaria, per complessivi 150mila euro,

In Rete con i migranti: al via a Modena una serie di incontri di formazione per richiedenti asilo

Posted on

Si parte il 7 marzo con un incontro su Educazione stradale e civica Un incontro formativo rivolto a persone migranti e richiedenti asilo avente ad oggetto l’educazione stradale e l’educazione civica. L’iniziativa è in programma per mercoledì 7 marzo 2018 ore 9 a Modena presso la Polivalente di via Viterbo 80 e si svolge all’interno del progetto “In rete con i migranti” del Centro Comitato anziani e orti Sant’Agnese e San Damaso di Modena in partenariato con Centro Sociale Orti di Albareto, Comitato Anziani e Orti Madonnina, Comitato Anziani e Orti Buon Pastore. “Come noto – spiega Roberto Ricchetti del

Migrazioni: da 18 associazioni cattoliche 7 proposte alla politica per una nuova “agenda”

Anche l’ufficio Migrantes della diocesi di Modena condivide le proposte di alcune associazioni cattoliche in tema di migrazioni e rivolge un appello ai candidati alle elezioni politiche che si presentano a Modena Da Migrantesonline, giovedì 8 febbraio 2018: Una sorta di “agenda” presentata alla stampa presso l’Istituto Sturzo di Roma. I firmatari del testo sono: Acli, Agenzia Scalabriniana per la Cooperazione allo sviluppo (Ascs onlus), Associazione Papa Giovanni XXIII, Azione Cattolica, Centro Astalli, Centro missionario francescano onlus (Ordine dei Frati minori conventuali), Cnca, Comboniani, Comunità Sant’Egidio, Conferenza Istituti missionari italiani, Fcei, Federazione Salesiani per il sociale, Fondazione Casa della carità,

Il “patto” di volontariato che fa sentire utili i migranti

Posted on

A Modena sono quasi 200 i richiedenti asilo coinvolti in numerose attività di volontariato (dalla pulizia alla tinteggiatura delle scuole) grazie a un protocollo tra istituzioni, associazioni e Csv. E non mancano progetti mirati di accoglienza in famiglia, come WelcHome. Sulla testata Vita e sul sito di Csvnet questa settimana si parla dell’impegno del Csv di Modena sul tema dei migranti Il tema dei migranti ha sempre interessato le attività istituzionali e i progetti sociali del Centro di servizio per il volontariato di Modena che ha sottoscritto, insieme a tante altre realtà del territorio tra cui prefettura, comune, diocesi e Forum terzo settore, il “Protocollo d’Intesa