“Cityfriend”, una nuova idea di turismo accessibile

Non solo una piattaforma web che permette di organizzare in modo autonomo una vacanza personalizzata, ma anche la possibilità di una “gita fuori porta” accompagnati da una persona di riferimento nel luogo di soggiorno, formata sui temi dell’accessibilità. E’ Cityfriend, un progetto nato da un gruppo di professionisti del marketing turistico e della ricettività che, in collaborazione con Associazioni come l’ANFFAS e l’ANGSA, hanno dato vita a quella che vuole essere una nuova esperienza turistica per le persone con disabilità o, più in generale, con esigenze specifiche. Ma non solo. Si tratta anche di veder nascere una nuova figura professionale

Nadia: un viaggio per mare per sensibilizzare sull’accessibilità

Posted on

Ci è salita anche Nadia, modenese, 37 anni, sull’Adriatica, la barca di Velisti per Caso, in mare fino a fine agosto lungo il Tirreno, da Napoli all’Isola d’Elba. Nadia farà parte dell’equipaggio integrato di ipovedenti -come è lei- non vedenti e vedenti che prendono parte al progetto “Anche a Nettuno piace giallo” lanciato da NoisyVision ONLUS ed inserito nella campagna #YellowTheWorld, volta a sensibilizzare la comunità sui temi dell’accessibilità e dell’inclusione sociale intesa come l’abbattimento e il superamento delle barriere sensoriali e culturali. Colore chiave il Giallo, tono ben visibile agli ipovedenti e tinta dell’energia più creativa e dinamica. “Questa

#abbattiamolebarrierearchitettoniche

Posted on

Il Fondo Nazionale per il superamento delle barriere architettoniche ha finalmente erogato la seconda quota dei 29 milioni di euro concessi alla regione Emilia Romagna, per il triennio 2018-2020. La regione, per ovviare alla mancanza di questo finanziamento, aveva già stanziato nel 2014 un fondo specifico regionale. Con i 7 milioni di euro raccolti sono stati realizzati più di 2 mila interventi! Il contributo del Fondo Nazionale sarà ripartito in base alla consultazione delle graduatorie comunali, in cui sono riportate tutte le richieste di intervento. Per ognuno di questi, il “rimborso” dei costi di lavoro sarà in percentuale. Se i costi non superano i 2582€, ad esempio, il rimborso