Online i contributi inferiori a 500mila euro del 5 per mille

Posted on

Si tratta dei pagamenti relativi all’anno finanziario 2019 per oltre 40mila beneficiari e più di 226 milioni di euro. L’erogazione anticipata al 31 ottobre è stabilita dal Decreto Rilancio, per dare una bocca d’aria al non profit in questo periodo di emergenza  È online sul sito del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali il primo elenco dei beneficiari dei 5 per mille relativo all’anno finanziario 2019 per gli enti che hanno diritto a un contributo inferiore a 500mila euro. L’erogazione interessa 40.852 beneficiari per un totale di 226.821.138,67 euro. L’elenco è pubblicato alla sezione B) della pagina “Anno 2019 –

Aggiornate le modalità di riparto e le regole per la formazione degli elenchi del 5 per mille

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale Serie Generale n 231 del 17 settembre il DPCM del 23 luglio 2020 (qui il testo completo) recante le modalità e i termini per l’accesso al riparto del 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche degli enti destinatari del contributo. Il DPCM reca disposizioni sulle modalità di formazione, aggiornamento e pubblicazione dell’elenco permanente degli iscritti e degli elenchi degli enti ammessi. Per quanto riguarda gli ETS enti iscritti nel registro unico nazionale (di cui all’art. 46,  comma 1,  Dlgs 117/2017) comprese le cooperative sociali ed escluse le imprese sociali costituite in forma di società, essi

Firmato il decreto per il Registro Unico

Dopo il via libera della Conferenza Stato-Regioni dello scorso 10 settembre (di cui vi avevamo detto qui) il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo, ha firmato ieri il decreto attuativo del Registro unico nazionale del Terzo Settore (Runts). “Si tratta di un passo avanti decisivo per l’attuazione della riforma”, ha commentato il Ministro. Il decreto verrà ora trasmesso alla Corte dei Conti per la registrazione, dopo la quale sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Sempre alla Corte dei Conti è, in attesa di registrazione da fine luglio luglio, anche il Dpcm che dà corpo alla riforma dell’istituto del

5 per mille: uno strumento da non sottovalutare

Con le dichiarazioni dei redditi che si avviano alla loro consegna -la consegna, lo ricordiamo, è stata quest’anno posticipata a 30 settembre a causa dell’emergenza Covid- vogliamo anche quest’anno lanciare l’ennesimo appello a tutti i contribuenti sulla destinazione del 5 per mille, un gesto di cittadinanza attiva alla cui base sta una precisa scelta del singolo contribuente che decide a chi destinare quella parte di contributo dovuto allo Stato. Stando alle ultime ricerche si stima che circa il 41% dei contribuenti ogni anno decidano a chi destinare il proprio 5 per mille. Quindi c’è ancora tanto lavoro da fare –anche

5 per mille: elenchi già online

Posted on

Sono stati pubblicati in anticipo di qualche giorno sul sito dell’Agenzia delle entrate gli elenchi dei beneficiari del 5 per mille 2019 per un riparto complessivo, tra ammessi e non ammessi, di 510 milioni di euro.  L’erogazione è prevista entro il 31 ottobre 2020, data indicata dal Decreto Rilancio per dare maggiore liquidità agli enti non profit in questo periodo di emergenza economica. Al primo posto nelle scelte degli italiani ci sono gli enti del volontariato con 47.522 preferenze. Enti di volontariato, come accedere al pagamento?Il passaggio fondamentale per ricevere il contributo è comunicare le proprie coordinate bancarie o postali necessarie per l’accredito su conto corrente.

5 per mille: scadenza oggi per le nuove iscrizioni

Posted on

È online, sul sito dell’Agenzia delle entrate, l’elenco permanente 2020 degli iscritti al riparto del 5 per mille dell’Irpef, che comprende sia gli enti che hanno presentato regolare domanda e dichiarazione sostitutiva lo scorso anno sia quelli già presenti nella lista 2018. In pratica, si tratta delle liste aggiornate degli enti non tenuti a ripresentare annualmente richiesta e dichiarazione sostitutiva. Oltre all’elenco generale è disponibile la suddivisione per settore e un motore di ricerca che consente di individuare le organizzazioni in base a denominazione, codice fiscale e provincia. In assenza di variazioni, infatti, gli appartenenti all’elenco permanente non sono più tenuti

5 per Mille 2018, pubblicato l’elenco dei beneficiari

Posted on

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è stato pubblicato l’elenco completo dei beneficiari del 5 per mille 2018, dal quale è possibile verificare l’ammontare dei contributi. L’elenco comprende tutti gli enti destinatari del contributo ammessi in una o più categorie di beneficiari per l’anno finanziario 2018: Onlus e volontariatoRicerca scientificaRicerca sanitariaAttività svolte dai ComuniAssociazioni sportive dilettantisticheAttività tutela, promozione e valorizzazione beni culturali e paesaggisticiEnti gestori delle aree protette

5 per mille: entro l’1 luglio dichiarazione sostitutiva

Posted on

I legali rappresentanti degli enti iscritti devono spedire entro il 1 luglio 2019 tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, alla competente Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell’articolo 47 del DPR n. 445 del 2000, che attesta la persistenza dei requisiti che danno diritto all’iscrizione. In alternativa, la dichiarazione sostitutiva può essere inviata dagli interessati con la propria casella di posta elettronica certificata alla casella PEC delle predette Direzioni Regionali, riportando nell’oggetto “dichiarazione sostitutiva 5 per mille 2019” e allegando copia del modello di dichiarazione, ottenuta mediante scansione dell’originale compilato e sottoscritto dal rappresentante legale. Alla dichiarazione sostitutiva

5 per mille: resta l’incognita del tetto

Posted on

Mancano ormai una decina di giorni alla scadenza per la presentazione della dichiarazione dei redditi. Entro il primo luglio, infatti, bisognerà compilare il 730 e con esso sarà possibile scegliere a chi destinare, tra gli altri, anche il 5 per mille, riservato a enti benefici o di ricerca, associazioni e Comuni. Le donazioni del 5 per mille negli ultimi anni hanno subito un notevole balzo in avanti (e questa è la bella notizia): nel 2006, anno in cui è stato introdotto il contributo, erano 6 milioni i contribuenti che hanno scelto di destinare il proprio 5 per mille, nel 2017 si è

5×1000: scade il 7 maggio il termine per iscriversi

Posted on

 C’è tempo fino al 7 maggio, per le organizzazioni interessate, per trasmettere all’Agenzia delle Entrare l’istanza telematica per diventare beneficiari del 5×1.000. Tutte le organizzazioni che chiedono l’iscrizione per la prima volta e che non sono ancora inserite nell’elenco permanente devono infatti trasmettere istanza all’Agenzia delle Entrate che pubblicherà sul proprio sito gli elenchi provvisori entro il 14 maggio 2019 ed eventuali inesattezze andranno comunicate entro il 20 maggio alla direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate. Effettuati gli aggiornamenti, le liste corrette saranno pubblicate online entro il 25 maggio. I soggetti inseriti negli elenchi dovranno quindi inviare entro l’ 1 luglio 2019 la dichiarazione sostitutiva: gli enti del volontariato dovranno