[Scad 2021/05/10] Green Start(up), Procter & Gamble alla ricerca di innovazione verde

48

Categories:

Al via il progetto con cui P&G, con il supporto di LVenture Group, si rivolge per la prima volta in Italia al mondo delle start-up per trovare, insieme, soluzioni per la sostenibilità ambientale e lancia una call pubblica aperta fino al 10 maggio

Innovare, insieme, per disegnare un mondo migliore per le prossime generazioni. Con questo obiettivo Procter & Gamble chiama per la prima volta a raccolta le start-up italiane. Al suo fianco, LVenture Group, realtà di punta del Venture Capital in Italia, nonché uno dei più importanti acceleratori di start-up a livello europeo, e il Women’s Forum for the Economy & Society, piattaforma di influenza internazionale che promuove la voce e la visione delle donne non solo su tematiche di genere, ma anche sulle principali questioni sociali ed economiche di portata mondiale. L’iniziativa nasce nell’ambito della grande campagna di cittadinanza d’impresa “P&G per l’Italia”, con cui Procter & Gamble Italia sosterrà e realizzerà nel nostro Paese iniziative di innovazione, sostenibilità ambientale e responsabilità sociale.

“Negli ultimi anni P&G sta dimostrando di saper lavorare con il cuore, la passione e l’entusiasmo di una start-up, ma con le spalle e le risorse di un player globale. A tenere insieme queste due anime è ancora una volta l’innovazione e la voglia di non smettere mai di cambiare per rispondere alle esigenze dei consumatori. Ed è proprio ad uno degli avamposti più avanzati dell’innovazione – l’ecosistema delle start-up – che abbiamo deciso di rivolgerci con questa call, che si prefigge di trovare soluzioni concrete in un ambito prioritario per noi, e per tutti: la sostenibilità ambientale. La partnership con il Women’s Forum for the Economy & Society, inoltre, ci permette di combinare innovazione e sostenibilità con un altro tema per noi fondamentale e su cui siamo impegnati su più fronti da tempo: quello dell’empowerment femminile e della parità di genere» commenta Paolo Grue, Presidente e AD Procter & Gamble Italia.

Nasce così, in collaborazione con LVenture Groupla factory di innovazione “Green Start(up)” con cui P&G chiede alle start-up italiane di proporre delle soluzioni innovative per affrontare insieme alcune business challenges legate al tema della sostenibilità ambientale.

Un tema, quello della sostenibilità, che vede sempre più protagoniste le start-up per la loro capacità di sviluppare tecnologie ad alto impatto sociale ed ambientale.

In particolare, per questa call l’azienda ha individuato tre ambiti d’azione principali:

  • Logistica e mobilità: per ridurre l’impatto ambientale dei processi logistici del trasporto dei prodotti e della mobilità dei dipendenti
  • Educazione e comunicazione al consumatore: per individuare strumenti che educhino i consumatori ad un uso responsabile dei prodotti
  • Fine ciclo vita prodotti: per ridurre l’impatto ambientale nella fase di fine vita dei prodotti e innovare i modelli e le tecnologie di riciclo

Per partecipare, basterà compilare un breve modulo disponibile sul sito aziendale di Procter & Gamble Italia alla pagina: https://it.pg.com/green-startup-sviluppo-sostenibile/, spiegando qual è la soluzione sviluppata in risposta ad una delle challenge proposte dall’azienda.

La call sarà aperta fino al 10 maggio: le soluzioni migliori e più in linea con i problemi proposti saranno selezionate e potranno diventare partner della multinazionale per la realizzazione di progetti pilota. Un’opportunità rivolta a tutte le start-up senza limiti, purché offrano una soluzione coerente con il tema della sostenibilità ambientale e siano quindi in grado di proporre soluzioni innovative rispetto ai problemi presentati.

(fonte: rinnovabili.it)