Tamponi rapidi gratuiti: in Emilia Romagna la platea si allarga a volontari e caregiver

Posted on

La Giunta Regionale include nella platea degli aventi diritto anche i volontari delle associazioni del Terzo settore che assistono anziani soli o persone con disabilità e i caregiver familiari

In data 28 gennaio 2021 la Giunta Regionale ha deliberato di allargare la platea degli aventi diritto includendo anche i Volontari delle Associazioni del Terzo Settore che assistono anziani soli o persone con disabilità e i Caregiver familiari che si prendono cura di anziani o di persone con disabilità, insieme a Educatori che operano nei servizi parascolastici, in centri di aggregazione giovanile, oratori, scout, ludoteche, e istruttori ed allenatori di società sportive giovanili presenti nel territorio.

Non sarà necessaria la ricetta medica: basterà prenotarsi in farmacia e presentarsi all’appuntamento, a condizione naturalmente non si abbia febbre o altra sintomatologia respiratoria, e non si siano verificati contatti recenti con persone affette da Covid-19.

Si stabilisce inoltre che determinate fasce della popolazione già coinvolte nello screening – e precisamente scolari e studenti (0-18 anni e maggiorenni se frequentano la scuola secondaria superiore), universitari, studenti dei percorsi di IeFP, personale scolastico degli istituti di ogni ordine e grado e dei servizi educativi 0-3 anni e personale degli enti di formazione professionale che erogano i percorsi di IeFP – potranno ripetere il tampone rapido in farmacia, sempre a carico del Servizio sanitario regionale, ogni 15 giorni.

Per le altre categorie la frequenza per effettuare il test resta mensile.

La campagna di screening volontaria e gratuita con il tampone rapido in farmacia é voluta per contrastare la diffusione del Covid-19, soprattutto in ambiente scolastico e familiare.

Fonte: Salute.regione.emilia-romagna.it

>>> DGR 118_2021 Ulteriore ampliamento target tamponi e sierologici