Call for ideas, BPER premia i migliori video sulla guida sicura degli studenti modenesi

Posted on

Enkela Bleta di Carpi e Valerio Biondi di Castelfranco sono i vincitori ex aequo del contest: si dividono i 4.000 euro messi in palio da BPER Banca

Il Laboratorio Aperto di Modena, in collaborazione con Autodromo di Modena, Centro Sportivo Italiano (CSI) – Modena e con la sponsorship di BPER Banca, ha lanciato a fine 2019 Call for ideas, un contest rivolto a giovani delle scuole superiori di Modena e provincia, invitati a proporre brevi video sul tema della guida sicura: nella terra dei motori l’argomento è sempre monitorato e i progetti finalizzati alla formazione dei guidatori sono quindi sempre al centro dell’attenzione.

L’obiettivo dell’iniziativa era quello di coinvolgere studenti delle scuole che avessero voglia di mettersi in gioco e di liberare la creatività per realizzare videopillole che raccontassero a modo loro il concetto di educare alla guida sicura i giovani. Potevano partecipare singolarmente, in gruppo o come classe.

La premiazione dei vincitori si è tenuta venerdì 22 gennaio in format digitale attraverso un evento pubblico. Enkela Bleta del Liceo Scientifico “Manfredo Fanti” di Carpi (MO) e Valerio Biondi dell’I.S.T.A.S “Spallanzani” di Castelfranco Emilia (MO) si sono divisi il premio di 4.000 euro messo in palio da BPER Banca.

I finalisti Mattia Gelmuzzi dell’Istituto d’Arte “Venturi” di Modena e la rappresentativa di ragazzi della quinta B (a.s. 2019-2020) dello Spallanzani composta da Giorgio Chiletti, Pietro Guidetti, Gabriel Bettuzzi e Stefano Ugozzoni potranno partecipare gratuitamente a un appuntamento del progetto “Impara, Guida, Fai Sport!” presso l’Autodromo di Modena.

Call for ideas è nata per dare visibilità al progetto “Impara, Guida, Fai Sport!” promossa dal CSI Modena e alle attività dell’Autodromo di Modena, che da sempre svolge corsi di guida sicura a vario livello e per diverse categorie. Il progetto è rivolto alle scuole secondarie di secondo grado, orientato a coinvolgere i ragazzi in un’ottica preventiva ed educativa con la partecipazione di professionisti come piloti esperti, operatori socio-sanitari e istruttori sportivi qualificati attraverso attività pratiche e lezioni teoriche.

Tra il 2016 e il 2020 sono stati più di 650 i ragazzi del Modenese, tra i 17 e i 19 anni, scesi in pista per provare, come passeggeri, gli esercizi pratici così da comprendere i rischi nel mettersi al volante sotto l’effetto di alcolici o stupefacenti.

Le video pillole vincitrici saranno diffuse online tramite i canali del Laboratorio Aperto e dei partner del progetto, quindi utilizzate come materiale promozionale per altre iniziative e attività dell’autodromo.


Il Laboratorio Aperto di Modena, sito nell’ex centrale AEM riqualificata di viale Buon Pastore, si impegna da sempre per coinvolgere i giovani nella produzione di nuovi contenuti artistici e culturali originali, anche attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie. Il progetto è finanziato con le risorse europee del Por Fesr della Regione Emilia-Romagna, Asse 6 “Città attrattive e partecipate”.