Covid – A Maranello comune e associazioni in campo con i volontari della spesa: basta una telefonata

La ‘cabina di regia’ sarà affidata al Comune, che dopo aver raccolto la richiesta di aiuto provvederà ad organizzare la risposta assieme alle associazioni, protagoniste sul campo con i propri volontari. Viene così potenziata ulteriormente la ‘rete di comunità’ a protezione dei più fragili, per affrontare la seconda ondata dell’epidemia da covid.

Il percorso, attivo da domani, avrà una porta d’accesso semplice e immediata: il numero di telefono dell’Urp comunale, lo 0536-240000.  E sarà a disposizione dei cittadini più in difficoltà, compresi i positivi al coronavirus e quelli in isolamento fiduciario, ad esempio per gli spostamenti necessari a fare la spesa o a ritirare farmaci.

Basterà chiamare l’Urp nei suoi orari di apertura (da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 13, il giovedì anche al pomeriggio fino alle 17.30, il sabato dalle 8.30 alle 12.30), lasciare i propri riferimenti e spiegare la propria esigenza all’operatore, che si attiverà immediatamente presso i Servizi sociali del Comune per coordinare l’intervento dell’associazione più indicata, pronta ad entrare in azione con i propri volontari. Nel progetto sono state coinvolte le Caritas delle Parrocchie di Maranello e di Pozza, la Croce Rossa locale e l’Avap di Maranello.

Quest’ultima tra i suoi associati potrà contare anche su una quindicina di ‘Volontari della spesa’, che fecero la differenza durante il primo lockdown e che hanno accettato ancora una volta di rinnovare il proprio impegno a favore della collettività.

Gli operatori dell’Urp potranno inoltre attivare il Centro per le Famiglie per una consulenza educativa finalizzata a sostenere i nuclei familiari con bambini, messi in difficoltà dalla pandemia o in particolare dall’isolamento domiciliare. In questo caso si potrà anche chiamare direttamente il Centro per le Famiglie allo 0536-940920 (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13, giovedì pomeriggio anche dalle 14.30 alle 18.30).

“L’arrivo di questa seconda ondata e l’alto numero di persone impossibilitate ad uscire di casa per motivi sanitari – spiega Luigi Zironi, sindaco di Maranello (in foto) – ha portato l’Amministrazione comunale a ragionare su un incremento degli aiuti ai cittadini in termini di consegna dei beni di prima necessità. Come sempre abbiamo puntato sul gioco di squadra: il contributo delle associazioni di volontariato, che ringrazio di cuore per il costante lavoro svolto sul territorio, risulterà fondamentale anche in questo frangente, nel quale il Comune farà da primo interlocutore per dare una risposta più rapida ed efficace possibile ai bisogni delle persone”.

“L’immediata disponibilità dell’associazionismo locale – aggiunge Daniela Ottolini, assessore ai Servizi sociali – e l’entusiasmo dei volontari, molti dei quali sono pronti a rimettersi in gioco con la stessa generosità della scorsa primavera, sono una ricchezza inestimabile per la nostra città. Il loro supporto, unito all’impegno di operatori comunali che vivono il loro lavoro con grande passione, ci permette di affrontare ogni ostacolo con una marcia in più”.