Covid-19, regole e diritti dei genitori-lavoratori

Posted on

Si chiama “Strumenti a favore dei genitori-lavoratori” il vademecum che contiene le novità del decreto Rilancio, per favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro da parte dei genitori-lavoratori, dopo l’emergenza Covid-19.

Il decreto contiene alcune novità, definendo regole, diritti e anche doveri, spesso non molto conosciuti dai cittadini.

Per favorire la diffusione di una maggiore consapevolezza su queste opportunità e in ottemperanza alla collaborazione definita nel protocollo tra l’Ufficio della Consigliera Regionale di Parità dell’Emilia Romagna Sonia Alvisi, e l’Ispettorato interregionale del lavoro del Nord est, è nato un pieghevole, una guida per rispondere a dubbi e incertezze e sostenere i lavoratori.

Il prodotto è stato presentato nelle scorse settimane a Modena nella sede della Provincia nell’ambito di un più ampio progetto sul sostegno alla genitorialità, insieme ad un precedente depliant dedicato  alla maternità.

Entrambi i documenti rispondono alle domande più frequenti, in particolare quello specifico sul Covid dice chi sono i destinatari delle diverse forme di ammortizzatori sociali; quali strumenti alternativi ci sono se l’azienda non può beneficiare della cassa integrazione; quali permessi si possono utilizzare per assistere una persona con disabilità grave, oppure che cosa succede se l’azienda è in crisi e non riesce a pagare la maternità e le altre indennità.

Le risposte vengono fornite in modo chiaro e semplice, dimostrando soprattutto che gli strumenti ci sono: tutti i lavoratori dipendenti, in servizio al 23 febbraio, hanno diritto agli ammortizzatori sociali; sono estesi i congedi  e permessi per assistere un disabile, è possibile chiedere un part time a cui il datore di lavoro non può opporsi, oppure farsi liquidare dall’Inps, in caso di inadempienza del datore di lavoro, la maternità, il congedo parentale, la malattia, i permessi relativi alla legge 104 per assistere anziani e disabili, gli assegni del nucleo familiare.

I due volantini sono strumenti agili per la divulgazione delle informazioni e il gruppo che li ha predisposti ha ottenuto la collaborazione del ministero del Lavoro e delle politiche sociali e del Servizio sanitario regionale che li  diffonderà nei consultori.

Le brochures sono disponibili on line nel sito di ogni Ispettorato territoriale e nel sito delle Province, nella sezione dedicata alle Consigliera di parità; ma è possibile chiedere chiarimenti sempre all’Ispettorato e alle Consigliere che  forniscono informazioni e consulenze specifiche.

A Modena le Consigliere Valeria Moscardino e Laura Caputo ricevono nella sede della Provincia su appuntamento ogni mercoledì dalle ore 10 alle ore 16, nel rispetto delle misure di sicurezza anti Covid-19; per fissare un appuntamento chiamare il numero 059 209355, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 11, oppure tramite mail:  consigliereparita@provincia.modena.it.