Distretto Ceramico – Ripartono le Reti di Famiglie

Posted on

Nei Comuni del Distretto Ceramico, pochi mesi fa, è partito il progetto Reti di Famiglie”.

Un servizio di accoglienza e solidarietà per nuclei fragili del territorio, che aggiunge qualcosa in più ai normali progetti di sostegno familiare: la forza del gruppo.

Il progetto sviluppa la realtà della rete quale forma di sussidiarietà orizzontale, che si esprime attraverso il confronto, il “sentirsi accolti”, il “poter condividere esperienze positive e fatiche”. La rete vuole quindi essere una proposta di esperienza di gruppo, oltre che di servizio, basata sulla condivisione delle scelte di solidarietà: persone e famiglie capaci di porsi in atteggiamenti di aiuto e di ascolto sia reciprocamente che verso l’esterno.

Il lockdown purtroppo ci ha trovati proprio nella fase iniziale, nel momento in cui iniziava il percorso di costituzione del gruppo. Al fine di osservare pienamente le misure di sicurezza previste dal Governo siamo stati costretti a fermare gli incontri programmati.

Nel frattempo il Coronavirus ha imposto la chiusura forzata delle porte delle case e delle attività, che ha portato nuove difficoltà e disagi sociali ed economici. Una condizione che ha reso situazioni difficili ancora più precarie o che ne ha create di nuove.

Anche adesso che la fine di questo periodo sembra vicina, sappiamo che dovremo comunque far fronte a dei mesi caratterizzati da una forte complessità, in cui potrebbe essere spontaneo chiudersi in sé stessi e nei propri problemi.

È proprio qui che “Reti di Famiglie” sente di dover ripartire con nuovo slancio, per rispondere invece con l’apertura, la solidarietà e l’accoglienza alle situazioni di necessità che si presenteranno.

Dietro le mascherine possiamo comunque regalare sorrisi, ed essere cittadini attivi, in grado di operare in prima linea al fine di creare una “comunità accogliente” volta ad alleviare situazioni di disagio.

L’aiuto di una famiglia a un’altra famiglia era un concetto un tempo comune, ma che oggi non è così scontato. Questo aiuto è una delle strade che possiamo percorrere insieme, per offrire attività di solidarietà e accoglienza che si basano sull’empatia e sulla condivisione, per rispondere in maniera diversa ed efficace ai problemi e alla solitudine che il lockdown ha aggravato.

Non è tempo di guardare altrove, è invece quello di ripartire con slancio!

Le Reti sono pronte, e vi aspettano lunedì 6 luglio alle ore 20.45 presso il Centro per le Famiglie Villa Bianchi a Casinalbo.

Le Associazioni promotrici
SOS Mama, Il Melograno, Chernobyl, Banda Gassotti, Venite alla Festa