5 per mille 2020: cosa fare

Posted on

Anche per quest’anno sono scattati i termini per l’iscrizione nell’elenco dei beneficiari del 5 per mille per il 2020.

Per gli enti che non sono iscritti nell’elenco permanente la procedura di iscrizione deve effettuarsi nei modi e nei tempi consueti, ovvero:

presentando la domanda di iscrizione entro il 7 maggio 2020. La domanda deve essere presentata esclusivamente per via telematica, utilizzando l’apposito Modello.

CSV Terre Estensi è a disposizione per supportare gli enti del Terzo Settore che vogliano effettuare la procedura d’iscrizione e non siano abilitati all’invio telematico nei confronti dell’Agenzia delle Entrate; per questo è richiesto un contributo di € 15,00.
Il modulo deve essere inviato debitamente compilato e firmato,  accompagnato da copia del documento d’identità del legale rappresentante e dal certificato di attribuzione del codice fiscale aggiornato da inviare per le associazioni della provincia di Modena a segreteria.csv@volontariamo.it o alla mail dello sportello territoriale di competenza.

– entro il 14 maggio 2020 l’Agenzia delle Entrate pubblicherà sul proprio sito l’elenco provvisorio degli iscritti, ed entro il 20 maggio 2020 sarà possibile verificare eventuali errori e richiedere le correzioni; l’elenco aggiornato e definitivo degli iscritti sarà pubblicato entro il 25 maggio 2020;

– bisogna inviare la dichiarazione sostitutiva (che attesta il possesso dei requisiti per l’iscrizione al beneficio) entro il 30 Giugno 2020. Per gli enti del volontariato e di promozione sociale la dichiarazione sostitutiva deve essere inviata alla competente Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate tramite raccomandata A/R o Pec (dr.emiliaromagna.gtpec@pce.agenziaentrate.it)

RICORDIAMO CHE gli enti che sono presenti nell’elenco permanente degli iscritti NON sono tenuti a trasmettere nuovamente la domanda telematica di iscrizione al 5 per mille per il 2020 e a inviare la dichiarazione sostitutiva alla competente amministrazione.

Solo nel caso di variazione del rappresentante legale, quest’ultimo è tenuto entro il 30 giugno 2020, a pena di decadenza dell’ente dal beneficio, a sottoscrivere e trasmettere una nuova dichiarazione sostitutiva, ferma restando la domanda telematica di iscrizione già presentata.

Anche le associazioni che si serviranno del servizio di invio telematico da parte del Centro servizi per il volontariato saranno tenute in proprio a controllare la correttezza dei dati d’iscrizione e a fare l’invio della dichiarazione sostitutiva.