Distretto di Modena – Coronavirus: servizi alla popolazione

Posted on

A livello provinciale – Caritas Diocesana Modenese è in contatto con i vari parroci perché segnalino se ci sono persone sole e/o anziane, che hanno bisogno di consegne a casa di cibo o altri beni di prima necessità.
I volontari di Caritas effettueranno le consegne a domicilio oltre a fornire vicinanza psicologica a chi ne ha bisogno, anche telefonicamente.
Per maggiori informazioni: Caritas Diocesana Modenese

Coronavirus: come aiutare la Sanità Modenese
La causale aiutocovid19 per sostenere la sanità pubblica, gli ospedali della provincia e tutti i professionisti che giorno dopo giorno danno corpo e anima al nostro SSN

In questi giorni difficili per tutti, molti cittadini hanno manifestato il desiderio di sostenere il Servizio Sanitario pubblico con donazioni. Le Aziende Sanitarie modenesi sono in prima linea nella gestione della crisi. L’Azienda USL di Modena garantisce l’assistenza sul territorio e negli ospedali periferici – anche in collaborazione con l’Ospedale di Sassuolo Spa -, si occupa delle indagini epidemiologiche e dell’isolamento dei pazienti con coronavirus e dei loro contatti stretti, gestisce il sistema di emergenza-urgenza territoriale 118. Gli ospedali dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena (il Policlinico e l’Ospedale Civile di Baggiovara) sono le strutture in cui viene centralizzata la maggior parte dei pazienti positivi che necessitano di assistenza ospedaliera.

L’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena, l’Azienda Usl di Modena e l’Ospedale di Sassuolo Spa, sono grate a tutti per questa vicinanza che riconosce l’impegno e l’abnegazione di tutto il personale nella gestione della crisi.
Per questo motivo, le Direzioni aziendali hanno attivato una procedura snella che consente a tutti i cittadini di donare ciò che possono, con la garanzia che verrà utilizzato dagli ospedali modenesi per la gestione dell’emergenza coronavirus.

Sarà sufficiente effettuare un bonifico con la Causale: aiutocovid19
Sul Conto Corrente:
· Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena presso Intesa San Paolo,
IBAN: IT 57 X 03069 02477 100000046051
· Azienda USL di Modena presso Intesa San Paolo,
IBAN: IT 11 W 03069 02477 100000300268
· Ospedale di Sassuolo Spa presso Intesa San Paolo,
IBAN: IT 42 M 03069 67017 100000002263

Come già avvenuto per la Sala Ibrida, al termine dell’emergenza le Aziende Sanitarie Modenesi si impegnano a rendicontare alla cittadinanza quanto hanno ricevuto e come lo hanno impiegato, ciascuna in base alla propria specifica mission nella gestione della crisi. Per questo motivo chiediamo alle raccolte fondi organizzate spontaneamente da associazioni o istituzioni di fare riferimento ai due IBAN e alla causale indicata.

A livello regionale – Un servizio GRATUITO di supporto psicologico TELEFONICO offerto da SIPEM SoS – Emilia Romagna (Associazione di volontariato di Psicologia dell’Emergenza).
A CHI SI RIVOLGE: Ai cittadini che si trovano in isolamento o quarantena domiciliare a seguito dell’emergenza Coronavirus.
COME ACCEDERE AL SERVIZIO: è necessario innanzitutto inviare una mail all’indirizzo info@sipem-er.it fornendo il proprio recapito telefonico. Nelle 48 ore successive all’invio della mail uno psicologo volontario della Sipem SoS – Emilia Romagna ricontatterà il cittadino per fissare un colloquio telefonico (anche via whatsapp o skype).

Modena – Sia per chi ha bisogno di aiuto per ricevere la spesa a casa sia per chi vuole collaborare come volontario sia per chi volesse donare generi alimentari è possibile scrivere a info@time4life.it: clicca qui per tutte le informazioni

Modena: 👉 ANIMALI E DIFFICOLTA’ DI ASSISTENZA PER CORONAVIRUS: ATTIVIAMO FRONT DESK UNITÀ DI EMERGENZA. PRIMA AZIONE, IL FAC SIMILE PER GLI SPOSTAMENTI IN SITUAZIONI DI NECESSITÀ.
➡️ Accudisco una colonia felina in un Comune vicino al mio, posso muovermi?
➡️ Devo far operare il mio cane da un veterinario in un’altra provincia.
➡️ Un mia amica anziana sta finendo il cibo per i suoi cani e gatti e lei non esce da casa.
➡️ Sono volontario in un canile situato in un altro Comune…
Clicca qui per tutte le informazioni

A livello regionale: Tanti hanno chiesto di poter fare donazioni. Per questo, la Regione ha deciso di dare la possibilità a chiunque voglia farlo di dare un CONTRIBUTO per la gestione dell’EMERGENZA SANITARIA legata al CORONAVIRUS, versando sul conto corrente della Protezione civile regionale dell’Emilia-Romagna.
IBAN: IT69G0200802435000104428964
Donazioni POSSIBILI ANCHE DALL’ESTERO, utilizzando il codice (Bic Swift) UNCRITM1BA2
Causale: Insieme si può: l’Emilia-Romagna contro il Coronavirus
Intestatario: Protezione civile regionale
➡️ Lo si potrà fare da mercoledì 11 marzo.
Ogni euro raccolto e il suo utilizzo verranno resocontati pubblicamente, così come è stato fatto per la ricostruzione post sisma.
Grazie!
#coronavirus

Modena: Le persone positive al test possono fare riferimento all’ associazione di volontariato Fratres Mutinae. Una squadra di sei volontari è già attiva sul territorio per ricevere segnalazioni (al numero 334 2216887) e presentarsi in farmacia, dal medico o al supermercato. Guidati dal direttore sanitario Cristian Perez, anestesista, si muovono con mascherine e protezioni per ridurre al minimo i rischi di contagio.

A livello provinciale: Nonostante il periodo di difficoltà, gli empori solidali della nostra provincia non si fermano e continuano la loro attività, naturalmente rispettando le indicazioni contenute nel decreto governativo a tutela sia dei beneficiari che dei volontari.
Di seguito un quadro riassuntivo delle modalità di apertura: la situazione è in costante aggiornamento, vi consigliamo quindi di seguire gli empori anche sui rispettivi siti web e social network. Tutti i contatti potete trovarli qui: https://www.volontariamo.it/reteprovincialeempori/

Per molte donne e bambini #stareacasa non è un invito rassicurante. Il numero nazionale dei centri antiviolenza 1522 è attivo. Così come il numero 114 emergenza infanzia.

Modena: Il Pettirosso continua ad essere in prima linea 24 ore su 24 a sostegno della fauna selvatica. Continuano quindi ad essere attivi i numeri dell’ emergenza nel caso ce ne fosse bisogno (3393535192, 3398183676).

Modena: Al via il servizio di consulenza psicologica telefonica dedicato ai cittadini della provincia di Modena per la gestione dello stress legato alla diffusione del coronavirus. Un numero di telefono dedicato: a rispondere saranno gli psicologi dell’Azienda USL di Modena appositamente formati. Per fruire del servizio i cittadini possono chiamare il numero 059 3963401 da lunedì a venerdì dalle 9 alle 17. La consulenza psicologica è gestita dai professionisti del Servizio di Psicologia dell’Azienda USL di Modena, impegnati anche in percorsi che, con modalità organizzative diverse, offrono supporto al personale sanitario in prima linea nell’assistenza e ai familiari delle persone decedute.

*Modena: L’associazione Idee in circolo interviene sul tema salute mentale ed emergenza sanitaria per il Coronavirus lanciando un servizio telefonico a sostegno delle persone che a casa sono in difficoltà: questi i numeri da contattare 3245355987 / 3271132269 / 3452833360.

* L’Associazione italiana Sclerosi Multipla ha attivato il Numero Verde di AISM800 803028 per fornire informazioni su come ci si deve comportare al lavoro, quando la possibilità del lavoro agile non è possibile; capire la possibilità di accedere ai giorni di permesso aggiuntivi per la 104; conoscere le procedure per ottenere certificazioni che riconoscano lo stato di immunodepressione per accedere alle specifiche tutele.

L’Associazione Volontari Ospedalieri ha istituito un numero verde unico per gli anziani isolati nelle RSA o nelle loro case; per le persone che soffrono la solitudine; per i famigliari dei pazienti ricoverati; per le persone che a fronte di quello che stiamo vivendo stanno cercando di avvicinarsi al volontariato sanitario; per le Direzioni sanitarie e delle strutture socio-sanitarie e per il loro personale

Modena: Auser di Modena, con la collaborazione dei propri volontari e di un gruppo di giovani volontari universitari modenesi, attiva un servizio di consegna a domicilio di generi di prima necessità, quali la spesa alimentare e i farmaci. Il servizio è gratuito. L’unico costo che l’utente sosterrà sarà quello effettivo degli acquisti.
Potranno usufruire del servizio, le persone sole, con più  di 65 anni  o con patologie e in difficoltà a recarsi autonomamente presso i punti vendita;
Possono essere richiesti, unicamente generi alimentari di prima necessità e farmaci con prescrizione medica.
E’ possibile richiedere il servizio contattando Auser Modena, tutti i giorni da lunedì a venerdì, dalle ore 8 alle 12 ai  seguenti numeri:  059.216631  e 059.237824
In un momento così difficile, l’Auser cerca volontaripersone giovani e di non età non superiore a 65 anni (viste le indicazioni ricevute dalla Regione Emilia Romagna) per i servizi suddetti, consegnare generi alimentari, medicinali e altri beni di prima necessità a domicilio e nell’accompagnamento degli anziani per situazioni non differibili.Chi vuole dare una mano, può contattare l’associazione al tel. 059.237824 o mandare una email a: organizzazione@ausermodena.it

* Modena: ritiro farmaci
Baggiovara (Modena) – presso Ospedale, via P. Giardini, 1355

Modalità di prenotazione (lun-ven ore 9.00-16.00)

·         per telefono al numero 059 3961582

·         per fax, al numero 059 3963861

·         per posta elettronica, all’indirizzo farmacianocsae@ausl.mo.it

Indicare sempre un recapito telefonico per essere ricontattato in caso di necessità. Ove possibile allegare la prescrizione dei farmaci.

Modalità di ritiro
Il pacchetto-terapia potrà essere ritirato a partire da 2 giorni dopo la prenotazione e/o come da accordi con il farmacista, dal lunedì al venerdì ore 14.00-16.00 presso uno sportello dedicato. In collaborazione con i Comuni e le Associazioni di volontariato, è prevista la possibilità della consegna dei farmaci al domicilio del paziente. In particolare è prevista per situazioni quali: pazienti Covid positivi e/o in quarantena, pazienti fragili come ad es. anziani, immunodepressi, pluri-patologici senza appoggi o supporti per il ritiro dei farmaci.
Per informazioni sull’attivazione del servizio nel comune di Modena: tel. 059 342424

Policlinico di Modena – ingresso 3, via del Pozzo, 71
Modalità di prenotazione (lun-ven ore 8.30-17.00)

·         per telefono al numero 339 5340990 (anche whatsapp)

·         per posta elettronica, all’indirizzo distribuzionediretta_poli@ausl.mo.it

Indicare sempre un recapito telefonico per essere ricontattato in caso di necessità. Ove possibile allegare la prescrizione dei farmaci.

Modalità di ritiro
Il pacchetto-terapia potrà essere ritirato a partire da 2 giorni dopo la prenotazione o come da accordi col farmacista, dal lunedì al venerdì ore 15.00-17.00 presso uno sportello dedicato (sportello del Servizio trasfusionale all’entrata dell’Ingresso 3, a destra) In collaborazione con i Comuni e le Associazioni di volontariato, è prevista la possibilità della consegna dei farmaci al domicilio del paziente. In particolare è prevista per situazioni quali: pazienti Covid positivi e/o in quarantena, pazienti fragili come ad es. anziani, immunodepressi, pluri-patologici senza appoggi o supporti per il ritiro dei farmaci. Per informazioni sull’attivazione del servizio nel comune di Modena: tel. 059 342424

Policlinico di Modena – ingresso 31
L’attività del punto distribuzione farmaci dell’ingresso 31 del Policlinico è stata spostata presso il punto distribuzione farmaci dell’ingresso 3.