Distretto Ceramico – Strutture per anziani: c’è bisogno di personale

Posted on

Gentili associazioni, su segnalazione dell’Unione del Distretto Ceramico, comunichiamo che alcune residenze per anziani del Distretto ceramico stanno urgentemente ricercando Operatori Socio Sanitari (OSS) da impiegare nelle suddette strutture.
Purtroppo, a causa dell’emergenza Coronavirus, il personale attualmente in servizio risulta essere insufficiente.

Vi chiediamo quindi, qualora conosciate persone che abbiano tale competenza (profilo OSS) tra i vostri collaboratori, volontari o conoscenti, di mettervi in contatto il prima possibile con l’Assessore Luca Busani, del Comune di Fiorano Modenese, scrivendo una mail al suo indirizzo: luca.busani@fiorano.it
Grazie per la collaborazione

Di seguito il comunicato stampa diffuso:

L’emergenza Coronavirus sta mettendo a dura prova il personale in forza alle strutture per anziani sul territorio dell’Unione del Distretto Ceramico: a Maranello il concessionario del servizio sta sostituendo alcuni operatori messi in isolamento domiciliare, mentre a Formigine si è alla ricerca di nuove figure da assumere con urgenza per assicurare l’esercizio ottimale del servizio.

Ad oggi sono complessivamente 13 gli ospiti risultati positivi al coronavirus nelle due strutture per anziani di proprietà dell’Unione dei Comuni del Distretto Ceramico: l’Opera Pia Stradi di Maranello (dove i casi accertati sono 9), gestita dalla cooperativa Gulliver, e l’Opera Pia Castiglioni (4 casi) in gestione diretta all’Unione. Dall’inizio dell’emergenza si sono verificati finora 3 decessi alla Stradi e altri 2 alla Castiglioni, ma risulta difficilissimo capire quale ruolo abbia avuto in queste persone il contagio rispetto alle patologie pregresse di cui già soffrivano.

Tutti gli ospiti contagiati si trovano dentro le strutture in quarantena, con la possibilità, nel caso sia richiesto, di un ricovero in ospedale. Su indicazione e in costante collaborazione con il Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda USL di Modena e con l’Unione dei Comuni del Distretto Ceramico, le direzioni delle strutture hanno fornito tutti i nominativi degli ospiti, nonché degli operatori, che vengono tutti contattati per dar corso all’indagine epidemiologica e alle eventuali misure di isolamento. Come previsto dai decreti ministeriali, le strutture avevano già interrotto da alcuni giorni gli accessi da parte di persone esterne, dunque i contatti stretti sono limitati, nonché diviso le zone dedicate agli ospiti positivi dal resto degli ospiti.

Tutto il personale, anche nello svolgimento delle normali attività al di fuori della zone in isolamento, è dotato dei dispositivi di protezione individuale e nelle stanze d’isolamento vengono adottate le procedure previste dall’OMS, Ministero della Salute e Regione Emilia Romagna recepite dalla Direzione Sanitaria dell’Azienda USL e sulle quali il personale è già stato formato. La Direzione conferma dunque che sono state adottate tutte le misure necessarie per tutelare sia gli ospiti, sia gli operatori, sia i cittadini e che le strutture continueranno le loro attività. Per una maggiore tutela degli ospiti le attività verranno organizzate a nuclei assicurando la normale quotidianità. In entrambe le strutture, si è in attesa dei risultati dei tamponi effettuati su alcuni altri ospiti e operatori.

In entrambe le strutture sono stati posti in isolamento domiciliare alcuni operatori, già rimpiazzati da colleghi i cui turni sono stati potenziati grazie a risorse dell’Unione (a Maranello con personale aggiuntivo del gestore, a Formigine è aperta la possibilità di fare urgentemente nuove assunzioni di OSS). Alla Stradi di Maranello l’AUSL ha attivato un infermiere notturno e pomeridiano, la cooperativa Gulliver un servizio di sostegno psicologico rivolto a operatori e familiari, tenuti costantemente aggiornati sull’evoluzione della situazione e in contatto coi loro cari tramite tablet e strumenti informatici. Sostegno psicologico e contatto con i familiari sono assicurati anche all’Opera Pia Castiglioni.