Scandiano – Laboratori di arteterapia su suggestioni letterarie

Posted on

Un libro è un piccolo mondo, per la capacità visionaria che è in grado di attivare nei lettori: le parole articolano significati, ma ancor più situazioni, volti, ambienti, fantasie. Questa immaginazione è amplificata in alcuni generi, come la fiaba, il romanzo di avventura, la fantascienza e quello che ora chiamiamo “Fantasy”. Qui la capacità rievocativa attinge alla nostra dimensione infantile, alla nostra possibilità di tornare bambini. Ben lo sapeva Jonathan Swift quando nel 1726 scrisse “I viaggi di Gulliver”: sotto l’apparente forma del romanzo d’avventura si cela un’impietosa critica alla società dell’epoca. Invece Lewis Carroll diede alle stampe “Alice nel paese delle meraviglie” nel 1865, articolando in un’apparente fiaba le proprie fantasie di adulto. Il grande successo avuto da questi due libri consiste nella capacità di toccare le corde nascoste in ognuno di noi; non è certo un caso che lo stesso Lewis Carroll intitolò il sequel di Alice “Attraverso lo specchio”… E attraverso questo ciclo di laboratori basati su tecniche di ARTETERAPIA avremo modo di rispecchiarci in questi grandi testi e giocando con forme e colori, di  conoscerci e raccontarci meglio, anche mediante un lavoro sia individuale che di gruppo. Verranno utilizzati materiali artistici per tradurre visivamente le sollecitazioni ricevute da questi testi.

Il corso è utile per genitori, insegnanti ed educatori, ma anche semplici curiosi ed amanti dell’arte e della letteratura.

                                                                                                                                                                                 Argomenti ed attività

Primo ciclo: Alice nel paese delle meraviglie

Martedì 14 gennaio dalle 17,30 alle 20,30

Primo incontro: Presentazione con esercizi espressivi di presentazione individuale;  feedback;esercizi espressivi modulari di tipo grafico pittorico in piccolo e grande gruppo sulle suggestioni del testo… fra bianconigli, cappellai matti, stregatti, regine di cuori.

Giovedì 16 gennaio dalle 17,30 alle 20,30

Secondo incontro: esercizi espressivi modulari con l’utilizzo del fotomontaggio; elaborazione di una favola collettiva; feedback e conclusioni.

Martedì 21 gennaio dalle  17,30 alle 20,30

Terzo incontro: training di rilassamento e fantasia guidata e sua traduzione grafico-plastico-pittorica; possibile esercizio finale con il linguaggio poetico.analisi e condivisione dell’esperienza vissuta.

Secondo ciclo: I viaggi di Gulliver

Giovedì 23 gennaio dalle  17,30 alle 20,30

Quarto incontro:

In viaggio verso l’ignoto dentro di sé. Sentirsi fuori luogo: enormi in piccoli luoghi, minuscoli fra giganti. Esercizi grafico- pittorici. Feedback. Il mondo di sopra e il mondo di sotto; dimensioni differenti e parallele. Esercizi con la tecnica del collage.  Feedback.

Giovedì 28 gennaio dalle 17,30 alle 20,30

Quinto incontro:

Essere naufraghi in isole sconosciute: esercizio polimaterico in piccolo gruppo. Feedback.

Giovedì 30 gennaio dalle 17,30 alle 20,30

Sesto incontro: Umanità dell’animale e animalità dell’uomo. Alla ricerca della bestia che dimora in noi.Immagine e scrittura, sinergie e differenze.Gioco espressivo. Saluti.

-Conduttore:  CARLO COPPELLI, arte terapeuta, responsabile della Scuola triennale di Arteterapia di Sassari, fra i docenti fondatori della Scuola triennale di Arteterapia della Cittadella di Assisi, formatore in arteterapia e didattica dell’arte.

Gli incontri si terranno presso lo spazio bambiniTutti giù per terra!” di Arceto (RE).

Si raccomanda l’uso di abiti comodi. Non è necessaria alcuna abilità di carattere artistico.

A richiesta verrà rilasciato un attestato di partecipazione

Per curiosità e prenotazioni: spazio bambini “Tutti giù per terra!” via M. L. King n. 5, Arceto (RE), Tel.  324 5505438 info@spaziotuttigiuperterra.it