La Fondazione Gorrieri invita a Modena la senatrice a vita Liliana Segre

La Fondazione Ermanno Gorrieri, nell’esprimere incondizionata solidarietà a Liliana Segre e a tutte le persone che quotidianamente subiscono episodi di razzismo, discriminazione e intolleranza, annuncia di offrire alla senatrice a vita, invitandola a Modena, lo spazio per una lezione pubblica nella nostra città.

«Proviamo forte preoccupazione» – dichiara il presidente della Fondazione, Luciano Guerzoni. «La copertura politica irresponsabilmente data all’emergere di sentimenti discriminatori, radicalmente antidemocratici e perfino antisemiti, indicandoli come generiche espressioni di disagio, o liquidando la loro condanna come un esercizio di vuota retorica, rende di per sé evidente l’obiettivo, perseguito dalla destra sovranista e xenofoba, di una società indifferente, disgregata, incapace di condividere valori umani, prima ancora che politici».

«La reazione a questa pericolosa disgregazione richiede consapevolezza e impegno da parte di tutti, nella comune difesa della radice antifascista e autenticamente democratica del cammino costituzionale e sociale dell’Italia repubblicana».

«Servono prese di posizione forti e condivise. Oggi più che mai – conclude Guerzoni – è tempo di non dimenticare, di fare tesoro delle testimonianze della storia per ricostruire un presente fragile, povero di riferimenti e carico di tensioni sociali: per questo, speriamo di avere presto la senatrice Segre qui a Modena, ospite della Fondazione Gorrieri».