Parlano gli assessori al volontariato: da Spilamberto la testimonianza di Stefania Babiloni

Posted on

Stefania Babiloni, 44 anni, assessore con delega tra le altre all’associazionismo e volontariato del Comune di Spilamberto, nella vita dopo una breve parentesi di qualche anno in una software house ha deciso di aprire un negozio di fiori in centro a Spilamberto, attività che ha svolto per 15 anni.

di Laura Solieri

“Questa esperienza di commerciante mi ha avvicinato al mondo dell’associazionismo – spiega l’assessore – A Spilamberto, infatti, è presente dal 2004 un’associazione di commercianti molto attiva nella promozione del territorio e nella promozione sociale in generale, che si è specializzata negli anni nell’organizzazione di eventi proposti a beneficio di tutta la collettività, con un costante occhio di riguardo anche per le attività a scopo benefico.
Per un periodo ne ho ricoperto anche il ruolo di presidente, carica che mi ha permesso di conoscere il resto delle associazioni del territorio”.

Quello di Spilamberto è un territorio ricchissimo di associazioni iscritte all’albo comunale (quasi una quarantina), più altre che non si sono ancora iscritte o liberi cittadini che hanno sottoscritto con il Comune patti di collaborazione e che costituiscono, a pieno titolo, una risorsa preziosissima per l’Amministrazione con la quale collaborano su più ambiti: volontariato, cultura, sport e promozione sociale.

La prima cosa sulla quale mi concentrerò nel mio mandato sarà la costituzione di una Consulta del Volontariato – spiega Babiloni – strumento che potrà aiutare ad incanalare le energie e le risorse in modo più organizzato e più efficace.
Una volta partita la Consulta, con essa lavoreremo anche per la creazione di un portale dedicato alle associazioni, per dare un ulteriore strumento che li aiuti (ad esempio condividendo forze, competenze, strutture e volontari) e che possa essere anche facilmente consultabile dall’utente finale, con lo scopo di avere informazioni sempre più aggiornate e precise sulle varie iniziative e progetti.

Il volontariato è uno strumento importantissimo, soprattutto come esempio rivolto ai giovani – conclude l’assessore – Esso insegna a crescere più sensibili e soprattutto consapevoli delle realtà che ci circondano, dando il proprio contributo in modo fattivo alla vita di comunità perché si sente forte il senso di appartenenza e il senso del giusto, come vere basi della solidarietà.

I ragazzi e le persone in generale devono capire che è doveroso, con tutti i limiti che ognuno di noi ha, adoperarci per aiutare le persone che non hanno avuto la fortuna di vivere ‘dalla parte giusta del mondo’, ‘restituendo’ a chi è in difficoltà le opportunità che abbiamo avuto.
I ragazzi sono il nostro futuro, quindi è anche un dovere sociale degli adulti essere per loro delle guide, perché la migliore lezione è l’esempio.