Sassuolo solidale giovani

In occasione di Sassuolo Solidale, mese della cittadinanza attiva e responsabile, Comune di Sassuolo e Centro Servizio per il Volontariato hanno scelto di dare voce e attenzione ai giovani cittadini, con proposte che li vedono protagonisti attivi e partecipi dei valori della solidarietà.

Scopo del progetto è quello di rendere partecipi i giovani cittadini rispetto alla vita della comunità e portare alla loro attenzione temi di forte attualità e legati all’agire solidale, all’impegno civico e alla responsabilità individuale e collettiva, proponendo stimoli riguardanti tematiche sociali, con lo scopo di sollecitare proposte concrete per la loro attivazione verso azioni solidali, ad esempio all’interno delle scuole che frequentano.

Due i laboratori esperienziali che verranno proposti agli studenti:

La protezione civile siamo noi, campo che si terrà nella giornata di sabato 21 settembre dalle 8.30 alle 12.45 in Piazza Garibaldi a Sassuolo e rivolto ad una classe terza per ciascuna scuola media di Sassuolo per un totale di massimo 30 ragazzi a istituto (120 ragazzi complessivamente). I ragazzi, suddivisi in gruppi misti, parteciperanno alle 4 attività di protezione civile proposte: montaggio tende,  soccorso sanitario con ambulanza, esercitazione di antincendio boschivo e ricerca disperso con unità cinofila. Ogni attività avrà sia una parte di spiegazione “teorica” dell’intervento, sia una parte di partecipazione attiva (esercitazione pratica). La proposta mira a far conoscere ai ragazzi/e i principi di protezione civile e i diversi ambiti di intervento, oltre alle associazioni di volontariato che operano in questo ambito sul territorio.

L’altro laboratorio, in programma sabato 28 settembre (8.45-12.45), va sotto il nome di “Giovani cittadini solidali” e si terrà a Villa Giacobazzi. In questo caso ad essere coinvolta sarà una classe seconda per ciascuna scuola media di Sassuolo per un totale di massimo 30 ragazzi a istituto (120 ragazzi complessivamente). I ragazzi, suddivisi in 6 gruppi misti, parteciperanno ai 6 laboratori proposti, (es. .”Io cittadino attivo”, L’ambiente in cui vivo”, Chi è un profugo?ecc..) secondo una turnazione preordinata che permetterà a tutti i ragazzi di partecipare a  tutti i tavoli.
Nei giorni precedenti il laboratorio i ragazzi potranno approfondire la loro conoscenza del volontariato e dell’associazionismo locale attraverso altre attività previste dal programma di Sassuolo Solidale.
Infine saranno invitati a realizzare come classe una azione di cittadinanza solidale a scuola, o tramite la scuola, e a darne informazione e materiale ai servizi.