Parlano gli assessori al volontariato: da Concordia la testimonianza di Aldo Stefanini

Aldo Stefanini, 47 anni, nella vita lavora come tecnico meccanico e gestore di un’attività ricettiva ed è assessore con delega al volontariato del comune di Concordia.

di Laura Solieri

“Sono impegnato nell’associazionismo sportivo come allenatore di calcio con abilitazione UEFA B e ho sempre partecipato attivamente al volontariato concordiese collaborando a iniziative benefiche di varie realtà – racconta Aldo – Il volontariato è una risorsa importantissima per il paese e per me vengono prima i fatti delle parole”.

Concordia ha una percentuale molto alta di persone coinvolte nelle varie associazioni di volontariato: sono circa 40 le associazioni attive (sportive, di promozione sociale, culturali, a servizio della persona, ecc.) e, soltanto per fare un esempio, da maggio a settembre ogni weekend il paese è stato animato da eventi e iniziative organizzati dalle associazioni. 

“Questo è un dato che dimostra quanto Concordia sia viva, partecipe e attiva e quanto l’Amministrazione finora abbia fatto per favorire e incentivare la nascita e il prosperare delle associazioni.

La nostra è una comunità di volontari di ogni fascia di età – spiega l’assessore – Dai giovani educatori dei centri estivi ai ragazzi che aiutano in eventi importanti fino ai “ragazzi attempati” che, per fortuna, non mollano nonostante l’età anagrafica.

E le associazioni, oltre al servizio per Concordia, sono delle realtà che permettono alle persone di conoscersi, trascorrere tempo insieme, divertirsi, discutere, confrontarsi: sono delle palestre nelle quali fare esperienza di moderazione, amicizia, aggregazione”.

L’assessore Stefanini annuncia che per quanto riguarda le associazioni sportive, come amministrazione l’intento è promuovere nuove discipline sportive per ogni età e per diversamente abili; in generale, tra gli obiettivi del suo mandato c’è la volontà di creare tavoli di incontri periodici con tutti i referenti delle varie associazioni, per accogliere problemi, progetti, idee; promuovere il registro comunale di iscrizione dei volontari singoli; continuare a supportare con contributi economici gli eventi e i progetti delle associazioni; valorizzare le attività dei volontari con la Festa del Volontariato.

Il volontariato è la parte migliore di noi che mettiamo a disposizione e a servizio della comunità – sostiene Aldo –  Molti mi chiedono: “Il volontariato sottrae del tempo?” Sì, certo! È la mia risposta. Ma la fatica, il tempo e le energie vengono ripagate con la felicità che sei riuscito a diffondere attraverso il tuo operato.

La felicità delle altre persone non ha prezzo e mi fa sentire una persona migliore. Questa è la mia risposta a chi mi chiede perché dedico tempo al volontariato e l’esempio che mi sento di dare al mio paese. C’è una frase di Sergio Bambarèn che mi piace molto e che sento mia. Ogni volta che fai qualcosa per gli altri, pensando solo alla loro felicità, ti senti meglio: e questo alla fine ti riempie il cuore di gioia. È un’esperienza che ti può cambiare la vita per sempre“.