Riforma terzo settore, nuovi chiarimenti dal ministero

Posted on

Con alcune note interpretative il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha risposto a una serie di quesiti, avanzati negli ultimi mesi, sull’applicazione del Codice del terzo settore.
Le richieste di chiarimento hanno come oggetto:

• trasformazione di un’associazione di volontariato in impresa sociale srl socio unico;
• discriminazione rispetto all’ammissione degli associati;
• individuazione delle attività di interesse generale e delle finalità da riportare all’interno degli statuti (in risposta a un quesito avanzato dal dipartimento Salute e welfare della Regione Abruzzo);
• conciliazione tra attività generali e di culto negli enti del terzo settore (in risposta a un quesito della direzione generale Cura della persona, salute e welfare dipartimento del servizio Politiche per l’integrazione sociale, il contrasto alla povertà e terzo settore della Regione Emilia–Romagna).