Nel Frignano, il volontariato: presente!

Il Centro Servizi Volontariato sempre in prima linea al fianco della comunità

Il volontariato del distretto del Frignano negli anni ha sviluppato capacità utili per favorire la collaborazione tra associazioni (circa 80) appartenenti agli ambiti più diversi, in un’ottica intercomunale.

Ruolo del Csv è quello di favorire il confronto e la conoscenza tra realtà associative, fornendo loro tutti quei servizi di cui hanno bisogno per svilupparsi e rafforzare la loro presenza sul territorio.

Per fare qualche esempio, sono circa venti, in media, le consulenze legali e fiscali che il Csv eroga al mese alle associazioni che si rivolgono al responsabile distrettuale Valter Casolari; tante anche le consulenze organizzative date alle associazioni, in media cinque al mese, per creare eventi e farsi conoscere dalla cittadinanza. Non mancano inoltre i singoli cittadini, almeno due al mese, che si rivolgono allo sportello del Csv che ha sede a Pavullo per un colloquio di orientamento al volontariato, per scoprire la realtà più rispondente alle loro esigenze, dove donare parte del proprio tempo libero.
Inoltre, il Csv, tramite appositi corsi e seminari che spaziano dai temi legali a quelli amministrativi al tema della comunicazione o della raccolta fondi, organizza periodicamente momenti formativi per le associazioni.

Prendersi cura del volontariato e della promozione sociale è un lavoro antropologico impegnativo ed entusiasmante: il Csv si interfaccia quotidianamente anche con le istituzioni e il mondo delle imprese, perché anche se apparentemente non sembra, il volontariato è un elemento fondante della comunità e per questo investe ogni campo.

Il progetto “Frignano in rete per favorire l’inclusione” promosso dal Csv, dall’Unione Comuni del Frignano e volontariato locale ha coinvolto negli ultimi anni una cinquantina di persone seguite dai Servizi sociali, dal Sert e dal Centro di Salute Mentale, in attività socialmente utili che gli hanno consentito di integrarsi maggiormente nella comunità. Nel 2018 questo progetto si è consolidato ulteriormente mediante una convenzione con l’Unione dei comuni che ha riconosciuto il suo forte impatto sociale sul territorio.

A livello provinciale, il Csv attiva poi con le aziende progetti di responsabilità sociale d’impresa: anche nel Frignano, c’è interesse ad attivare esperienze che coinvolgano i lavoratori in attività di volontariato all’interno delle associazioni locali, per uno scambio reciproco di competenze tecniche e umane.
Anche il tema della raccolta fondi, in rapporto alle imprese, è fondamentale per la vita delle associazioni che in questo periodo storico rispondono ad esigenze maggiori rispetto al passato e per questo hanno bisogno di maggior sostegno.

Il Csv entra inoltre nelle scuole medie e superiori del distretto del Frignano con il progetto Cantieri Giovani, sensibilizzando ogni anno più di 2000 studenti sui temi della cittadinanza attiva e coinvolgendone circa 300 in stage di volontariato presso associazioni del territorio.
Da evidenziare l’esperienza frignanese del campo di protezione civile, ripresa su tutto il territorio provinciale, che ogni anno permette a una cinquantina di giovani di apprendere le misure base di protezione civile da applicare in caso di calamità. Cantieri Giovani riceve un importante sostegno economico, tecnico e logistico da parte dell’Unione Comuni del Frignano essendo considerato fiore all’occhiello delle politiche giovanili del territorio.

Il Csv è un ente che opera in tutta la provincia di Modena attraverso sportelli territoriali: per saperne di più vai su www.volontariamo.it

Pillole di volontariato 
L’associazione Insieme per gli altri, che gestisce la Casa del Volontariato di Pavullo, ad ottobre 2018 ha eletto il nuovo consiglio direttivo che è così composto: presidente Angela Arboresi dell’associazione Venezuela Viva, vicepresidente Sonia Francia della Lega Italiana per la lotta ai tumori, Barbara Cavalletti di Vagabondi alla riscossa, Andrea Lombardi i Volontari Attivi Frignanesi, Elena Montorsi dell’Associazione Casa contro la Violenza alle donne e Romano Albertini delle Guardie Ecologiche Volontarie. Obiettivo del nuovo consiglio direttivo è quello di aumentare il numero di associazioni socie in modo tale che la Casa del Volontariato diventi, sempre più, un luogo di incontro della comunità pavullese.

Anche questo natale, sempre con il supporto del Csv, le associazioni Venezuela Viva, FrignAut, Vagabondi alla riscossa, Lega italiana per la lotta ai tumori e Volontari attivi Frignanesi collaboreranno presso Tigotà di Pavullo nell’impacchettamento dei regali, attività di autofinanziamento per le associazioni elencate affinché possano continuare ad operare per la cittadinanza.

All’interno del progetto Cantieri Giovani del Csv, lo scorso 20 e 21 ottobre 2018 c’è stato il Campo di Protezione Civile del Frignano presso le scuole medie di Lama Mocogno, per un totale di 52 studenti partecipanti. Anche quest’anno, volontari provenienti dall’Associazione Nazionale Alpini, dalle Pubbliche Assistenza di Pavullo, Lama Mocogno, Montecreto, Serramazzoni, Riolunato, Sestola, Fiumalbo, dalla Misericordia di Pievepelago, dal Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile di Pavullo, dalle Guardie Ecologiche Volontarie e dalla Croce Rossa italiana di Pavullo con pazienza e determinazione hanno trasmesso ai giovani nozioni di antincendio, rischio idraulico, primo soccorso, montaggio tende e ricerca dispersi.