Avis modenese in lutto per la scomparsa di Roberto Castagna

Posted on

I donatori dell’AVIS savignanese e dell’intera provincia piangono Roberto Castagna scomparso nei giorni scorsi dopo una lunga malattia. Roberto fu una delle figure di rilievo per l’associazione sia in sede locale che a livello provinciale. Consigliere della sezione Avis di Savignano sul Panaro dalla fine degli anni ’70, all’inizio degli anni 80 ne assunse la presidenza, incarico che mantenne sino a tutto il 1992. Sotto la sua guida il numero delle donazioni e dei donatori si incrementò rapidamente e l’associazione ottenne dall’amministrazione comunale la concessione in uso della nuova e più funzionale sede di via Doccia. Convinto che il rafforzamento

Un sorriso per le donne in trattamento oncologico

Posted on

E’ stato presentato lunedì alla stampa il progetto, completamente gratuito, nato dalla collaborazione tra Azienda USL di Modena e La forza e il sorriso Onlus, associazione che promuove la realizzazione di “laboratori di bellezza” a favore dell’universo femminile colpito da tumore. Il luogo scelto è all’interno dell’Ospedale Ramazzini di Carpi che diviene così la 57a sede in Italia, nuova e fondamentale tappa nel processo di diffusione del servizio. Obiettivo del progetto quello di offrire un’occasione per valorizzare il proprio aspetto fisico – anche di fronte ad eventuali effetti delle terapie – condividendo con altre donne un momento piacevole e decisamente

Presidio di ALICe in occasione della Giornata Mondiale contro l’Ictus

Posted on

ALICe Carpi Onlus promuove un Presidio di prevenzione presso Il Borgogioioso. ANNULLATO INVECE LO SPETTACOLO DI ENZO IACCHETTI L’ictus cerebrale, nei Paesi occidentali, è la prima causa di invalidità permanente, la seconda causa di demenza e la terza di mortalità. Purtroppo, va rilevato come possa colpire anche in età giovanile. Per quanto riguarda Carpi, i ricoveri per ictus sono 200, la grande maggioranza dei quali presso la Stroke Unit della Neurologia dell’Ospedale, struttura dedicata a tali pazienti e di dimostrata efficacia nella riduzione di mortalità e invalidità residua. La mortalità intraospedaliera è infatti del 4,9%, confermandosi di quasi 10 punti