Nuova vita alle Casette di Fiorano

854

Tags:,

E’ stata inaugurata a ine maggio l’area esterna delle Casette Claudio Sassi e Vittorio Guastalla a Fiorano Modenese, utilizzate da varie associazioni del territorio.

L’intervento, terminato a metà del mese di maggio come da programma, ha eliminato situazioni di degrado e pericolo, aumentato l’area permeabile e valorizzato la zona con una spesa complessiva di 43.000 euro.
Sono state tolte tutte le pavimentazioni in ceramica esistenti, ormai staccate dal sottofondo, tranne quelle poste sotto ai portici, ancora in buone condizioni. E’ stata demolita l’area detta ‘anfiteatro’, compresi i camminamenti perimetrali, che sono stati sostituiti da un camminamento unico centrale, in autobloccante, con filetta perimetrale in cemento. La zona è stata abbellita con nuove panchine e cestini per la raccolta di rifiuti; la zona ‘anfiteatro’ è stata riempita con terreno seminato e la posa di nuove essenze, servite da un nuovo impianto di irrigazione;

L’area pubblica denominata Le Casette è composta da due strutture, un tempo ‘fattorie’ per i terreni di Villa Guastalla, divenute comunali quando la villa fu acquisita da Emilceramica. I due fabbricati furono intitolati a Vittorio Guastalla, primo sindaco del dopoguerra e a Claudio Sassi, l’imprenditore ceramico che in quelle casette abitò da bambino.

Nelle Casette si svolgono le attività di associazioni quali Libertas, Arte e cultura, Gioventù Musicale d’Italia con la Scuola di Musica, Accademia della Stravaganza e, da poco, anche un’attività di educativa territoriale per disabili.