Studenti in campo per la Protezione Civile

Posted on

Due giorni di addestramento “sul campo” per acquisire competenze di Protezione Civile fondamentali in momenti di emergenza, tra studenti che hanno ancora ben impresso nella memoria che cosa è stato il terremoto che ha colpito l’Emilia nel 2012 e quanto, in quell’occasione, sia stata fondamentale la Protezione Civile. Il campo di protezione civile “Campo Volo” si è svolto lo scorso fine settimana  presso il Centro Civico di Sozzigalli di Soliera. Tante le associaizoni aderenti al progetto, e che hanno messo le loro competenze specifiche a disposizione degli studenti: GGEV- Guardie Giurate Ecologiche Volontarie, Croce Rossa, Antenna 2000, Protezione Civile C.le di Novi di Modena, P.A. Campogalliano Protezione Civile, ARI –Associazione Radio Amatori Italiani, GCPC Carpi, GCPC Campogalliano,  GCPC Soliera, Gruppo Sicurezza Fluviale Le Nutrie, CAI Carpi, AVAP Croce Blu Soliera.

Al campo hanno partecipato 30 ragazzi provenienti dalle quattro scuole secondarie di secondo grado di Carpi, e più precisamente dall’ITIS L. Da Vinci, IPSIA Vallauri, Liceo M. Fanti e ICTS A. Meucci. Presenti anche alcuni universitari, che in cetti casi hanno fatto da tutor ai ragazzi più giovani.

Il campo ha ricevuto in visita gli assessori alle protezione civile di Carpi, Daniela Depietri, e di Soliera Caterina Bagni, che hanno dato l’avvio ai lavori sabato mattina; il sindaco di Campogalliano, Paola Guerzoni, ha invece partecipato alla consegna degli attestati di partecipazione ai ragazzi nella giornata di domenica pomeriggio. Il presidente della Fondazione  Casa del Volontariato, sostenitrice del campo, Nicola Marino, ha infine presenziato al coreografico varo del telo sull’argine del Secchia.

I ragazzi alla fine del campo hanno lasciato i loro pensieri in libertà per i volontari fra i quali: “grazie per avermi permesso di imparare come aiutarvi ad aiutare”, “E’stata una bellissima esperienza che ricorderò per sempre”, “Meraviglioso! Grazie mille a tutti, ho imparato una cosa importante: l’umiltà e l’aiuto. Con tantissimo affetto, siete grandi”.

Pensi che progetti come questi siano importanti per il nostro territorio e la crescita dei nostri ragazzi? Sostieni Cantieri Giovani – CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU’