Modena – Una scelta in Comune: 1757 modenesi dicono si alla donazione degli organi

Dall’inizio del 2015, data di avvio del progetto “Una scelta in Comune”, sono stati 1.757 i modenesi che in occasione del rilascio o del rinnovo della carta d’identità hanno espresso la propria disponibilità alla donazione degli organi. Lo ha comunicato l’assessora con delega ai Servizi demografici Ludovica Carla Ferrari rispondendo in Consiglio comunale, giovedì 23 novembre, all’interrogazione di Simona Arletti (Pd), sullo stato di attuazione del progetto che prevede che ai cittadini che si recano all’anagrafe per il rinnovo del documento di identità venga richiesto espressamente se intendono dire sì alla donazione di organi.

Nel 2016, unico anno completo per il quale ci sono i dati puntuali, sono stati 835 (pari a circa il 5 per cento del totale) i cittadini che, rinnovando la carta d’identità, hanno detto sì alla donazione di organi e tessuti. I rifiuti sono stati rarissimi (meno dello 0,3 per cento), mentre rimane elevata la quota di cittadini che non si esprime. Il dato complessivo delle 1.757 disponibilità dichiarate, ha sottolineato l’assessora, “è comunque sottostimato poiché dall’introduzione la scorsa primavera della Carta d’identità elettronica, i dati vengono immediatamente trasmessi al Sistema informativo trapianti e il software non consente al Comune estrazioni sistematiche a fini statistici”.