RICHIEDENTI ASILO: NUOVO PROTOCOLLO PER L’IMPIEGO IN ATTIVITÀ SOCIALMENTE UTILI

Posted on

L’intesa è stata siglata la scorsa settimana a Bologna da Regione, Prefettura, Forum del Terzo settore, sindacati e Cooperative sociali. La precedente, del 2015, ha coinvolto oltre 1.000 profughi in più di 1.500 interventi su tutto il territorio regionale, dalla pulizia di parchi e giardini alla manutenzione degli edifici pubblici Potranno svolgere lavori di manutenzione degli edifici pubblici e delle scuole, pulire piazze, strade e giardini, dare una mano nell’assistenza di anziani e disabili. Sono queste le principali attività in cui i profughi presenti nelle strutture di accoglienza dell’Emilia-Romagna potranno impegnarsi su base volontaria, offrendo il proprio contributo alle comunità che li accolgono e intraprendendo così un

NUOVI BANDI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE PER OLTRE MILLE NUOVI POSTI

Posted on

Dal 13 ottobre sul sito www.gioventuserviziocivilenazionale.gov.it sono stati pubblicati due bandi per complessivi 1.411 posti Si tratta di un bando di selezione per complessivi 860 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale in Italia di cui 757 per l’accompagnamento dei grandi invalidi e dei ciechi civili, 52 per progetti approvati dalla Regione Campania e 51 relativi a progetti autofinanziati dalla Regione Sardegna e di un bando per la selezione di 551 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale di cui 490 in Italia e 61 all’estero, dando completa attuazione a tutti i progetti già inseriti in

Il “patto” di volontariato che fa sentire utili i migranti

Posted on

A Modena sono quasi 200 i richiedenti asilo coinvolti in numerose attività di volontariato (dalla pulizia alla tinteggiatura delle scuole) grazie a un protocollo tra istituzioni, associazioni e Csv. E non mancano progetti mirati di accoglienza in famiglia, come WelcHome. Sulla testata Vita e sul sito di Csvnet questa settimana si parla dell’impegno del Csv di Modena sul tema dei migranti Il tema dei migranti ha sempre interessato le attività istituzionali e i progetti sociali del Centro di servizio per il volontariato di Modena che ha sottoscritto, insieme a tante altre realtà del territorio tra cui prefettura, comune, diocesi e Forum terzo settore, il “Protocollo d’Intesa