CARPI: CULTURA PARTECIPATA, CITTADINI PROTAGONISTI

Posted on
Un percorso di coinvolgimento per una cultura partecipata, con i cittadini come protagonisti

Decine i partecipanti all’incontro che, a Carpi, ha presentato le possibilità di volontariato e i corsi di formazione relativi alla Festa del Racconto e Concentrico – Festival di teatro all’aperto

Un percorso di cultura partecipata, aperto a tutta la cittadinanza, che comincia con le possibilità di volontariato e formazione alla Festa del Racconto e a Concentrico – Festival di teatro all’aperto, è stato illustrato alle decine di persone presenti, nella serata di ieri, martedì 21 marzo presso l’Auditorium della Biblioteca Loria di Carpi, all’incontro dedicato ai Volontari della cultura.

“Crediamo nella partecipazione dei cittadini e vogliamo favorire la massima apertura possibile – ha spiegato ai presenti il Vicesindaco e assessore alla Cultura del Comune di Carpi Simone Morelli, introducendo l’incontro – e per questo intendiamo coinvolgere quanti vorranno in questo percorso di coworking culturale che se oggi si concretizza nella partecipazione a due importanti manifestazioni, potrà domani allargarsi a tutte le attività culturali del territorio, e che intende proseguire con continuità nel tempo e non soltanto nell’incombenza dei singoli appuntamenti. Oltre a fornire un contributo fondamentale alla realizzazione degli appuntamenti in programma, l’obiettivo è quello di consentire ai partecipanti di acquisire nuove competenze o affinare quelle di cui sono già in possesso, e che potranno spendere anche in altri campi della propria vita.

Da oggi intendiamo insomma iniziare un cammino che, ne siamo certi, ci consentirà di raggiungere risultati molto soddisfacenti, perché la cultura è viva se attiva, e per essere attiva ha bisogno di attori partecipi e propositivi, e questi attori sono tutti i cittadini.”

A illustrare, in seguito, le novità della Festa del Racconto, che si svolgerà quest’anno dal 24 al 28 maggio a CarpiCampogallianoNovi di Modena e Soliera, è stata Emilia Ficarelli, Direttrice del Castello dei Ragazzi e coordinatrice della manifestazione. Tante le novità, a partire dal filo conduttore della manifestazione, che per questa XII edizione sarà l’Architettura, come sottolineato dal sottotitolo della Festa, ovvero ‘Costruire mondi’. Architettura intesa in senso ampio, dall’arte di dare forma e realizzare spazi fruibili per le necessità dell’uomo, a quella di costruire mondi immaginari ma inclusivi, siano essi quelli della letteratura, del teatro o delle partiture musicali.

Per quanto riguarda il volontariato, ad aggiungersi al consueto contributo nei giorni della Festa, e all’affiancamento allo staff comunicazione nei mesi precedenti, sono due novità di rilievo: i laboratori sulla narrazione condotti dallo scrittore Gianluca Morozzi e quello che avrà come docenti l’artista visivo Giuseppe De Mattia e il fotografo Giacomo Maestri. Aperti, rispettivamente, a un massimo di 25 e 20 partecipanti, i due laboratori, a partecipazione gratuita, avranno culmine domenica 28 maggio, nell’ultimo giorno della Festa, nel corso della quale saranno restituite alla città le attività svolte. Forma e sostanza.

Le giuste parole per raccontare Carpi, questo il titolo del laboratorio di Morozzi, si svolgerà nei martedì 2, 9 e 23 maggio, dalle ore 18 alle 20. Fotografare i luoghi della Festa è invece il titolo del laboratorio di fotografia, che si terrà venerdì 21, sabato 22 e domenica 23 aprile dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 14 alle 17, sabato 6 maggio dalle ore 11 alle 14, mercoledì 24 maggio e, naturalmente, nei giorni della manifestazione. Per presentare domanda di adesione ai laboratori c’è tempo sino al 14 aprile.

Ricordiamo che la Festa del Racconto è realizzata grazie al contributo di Fondazione CR Carpi e organizzata dalla Biblioteca Multimediale A. Loria in collaborazione con gli istituti culturali e gli assessorati alla Cultura dei Comuni dell’Unione Terre d’Argine.

La terza edizione di Concentrico – Festival di teatro all’aperto, presentato ieri da Maddalena Caliumi, presidentessa dell’associazione culturale Appenappena, che promuove la manifestazione, realizzata con il contributo di Comune di Carpi e Fondazione CR Carpi, insieme alle associazioni Aporie e Teatro al quadrato, si svolgerà invece dal 14 al 18 giugno.

In questo caso, il festival apre per la prima volta ai volontari, che potranno contribuire alla sua riuscita sia nei giorni del suo svolgimento, che in quelli precedenti. Una bella opportunità per chi ama il teatro, anche perché, oltre ad aumentare le sue giornate, quest’anno Concentrico si aprirà ancor di più a diverse compagnie internazionali di prestigio europeo e non solo: “Credo – ha commentato Caliumi – che poter sperimentare cosa comporta realizzare una manifestazione di questa portata, aiutando i tecnici, stando a contatto con le compagnie, contribuendo agli sforzi comunicativi, tecnici e logistici, possa accrescere e migliorare le proprie competenze, facendolo sul campo e, naturalmente, divertendosi molto”.

Gli aspiranti volontari potranno consegnare la propria domanda di partecipazione al banco centrale al piano terra della Biblioteca Loria di Carpi o inviare il modulo a festadelracconto@carpidiem.it e a info@åppenappena.it. Per la Festa del Racconto il termine per l’adesione è martedì 2 maggio, mentre per Concentrico ci sarà tempo sino a lunedì 22 maggio.

Per ulteriori informazioni è possibile visitare i siti www.festadelracconto.it e www.appenappena.it, e le pagine Facebook ‘Festa del Racconto’ e ‘Concentrico – Festival di teatro all’aperto’