ANMIC PRESENTA I PROGETTI INDIVIDUALI DI VITA

Posted on
Il prossimo 3 dicembre, in occasione della Giornata internazionale per i diritti delle persone con disabilità,  ANMIC Modena presenterà le domande di “Progetto individuale di vita” di alcuni suoi associati, persone con gravi disabilità

A fronte di questa richiesta, il Comune deve predisporre, in base alla legge 328/2000 art.14, un progetto individuale a favore della persona con disabilità che comprenda “oltre alla valutazione diagnostico-funzionale, le prestazioni di cura e di riabilitazione a carico del Servizio sanitario nazionale, i servizi alla persona a cui provvede il comune in forma diretta o accreditata, con particolare riferimento al recupero e all’integrazione sociale, nonché le misure economiche necessarie per il superamento di condizioni di povertà, emarginazione ed esclusione sociale. Nel progetto individuale sono definiti le potenzialità e gli eventuali sostegni per il nucleo familiare”.

Come si vede, la legge parla chiaro ed è una opportunità preziosa per molte persone; per questo ANMIC aveva preannnunciato già il 1 ottobre, alla conferenza “Dopo di Noi prima Loro: il coraggio della speranza”, questa intenzione che oggi a Modena diventa realtà.

Questo è un primo gruppo di domande, periodicamente ne saranno presentate altre, anche per iniziativa delle altre associazioni territoriali che ANMIC ha coinvolto e che certamente daranno pieno sostegno ai tanti loro associati in gravi condizioni di disabilità, che desiderano far valere questo loro diritto di legge.

E’ importante far notare, infatti, che la legge prevede che sia l’interessato a farne richiesta; tutti auspichiamo che in futuro non sia più necessario sollecitare quello che già è “diritto”, ma oggi abbiamo comunque una possibilità, e ANMIC resta a disposizione per aiutare tutti coloro che hanno questa esigenza.

E’ bene dare ampia diffusione a questa comunicazione, perchè tante famiglie di Modena e provincia, sicuramente interessate, possano venirne a conoscenza.

Per ogni chiarimento si possono contattare fin da ora i coordinatori dell’iniziativa:
– avv. Andrea Giberti – tel. 338 892 3746
– dott. Ciro Bonini – tel. 347 169 4686