LA BANCA DEL TEMPO DI CARPI FESTEGGIA I SUOI VENT’ANNI

Posted on
Sarà l’esibizione del Coro Gram Ensamble, diretto da Rosanna Buonvento, che, sabato 22 ottobre, darà il via, alle ore 18 presso Sala Cabassi di Palazzo dei Pio, alle iniziative organizzate dalla Banca del Tempo di Carpi – con il patrocinio di Comune e Regione Emilia Romagna, il contributo di Fondazione CR Carpi e la collaborazione di Toma & Tomi, Appenappena, Carpi Riso, A Cuore Libero, Magna Carta, Dare Voci – in occasione dei 20 anni di esistenza dell’associazione.

Fondata il 21 ottobre 1996 da parte di un gruppo di donne che misero a disposizione i propri saperi in cambio di ore di tempo, l’associazione di promozione sociale è un ‘istituto di credito’ del tutto particolare: l’associato, infatti, non deposita denaro, ma apre un conto di ore le cui fluttuazioni avvengono in base agli scambi effettuati con gli altri soci.

Obbiettivo primario della BdT è quello di ricostruire i rapporti di ‘buon vicinato’, creare e sviluppare relazioni tra persone inizialmente estranee permettendo, così, di rafforzare le reti sociali, indipendentemente dall’età e dalla tipologia di conoscenze possedute e messe in rete.

Gli scambi avvengono gratuitamente, rispettando la regola fondamentale secondo la quale ogni ora si equivale, indipendentemente dall’attività svolta. Per esempio, un’ora di cucito può essere scambiata con un’ora di insegnamento della lingua inglese.

E di strada ne ha fatta, la BdT, se a partire dai 7 soci fondatori è arrivata oggi a 150 iscritti che, nel 2015, hanno effettuato 1.251 scambi, un volume tale da permettere alla BdT di essere tra le più attive della provincia.

Oltre agli scambi tra singoli, nel tempo sono poi stati creati anche momenti di aggregazione, corsi specifici come, solo per fare qualche esempio, quelli di yoga, ginnastica, inglese, ballo e pittura.

La mostra, che inaugurerà appunto il 22 ottobre prossimo presso Sala Cabassi di Palazzo dei Pio, e che sarà visitabile negli orari dei laboratori e giovedì, sabato e domenica mattina sino al 5 novembre, è dunque volta a far meglio conoscere alla cittadinanza la realtà della BdT, a mostrare non solo cos’era quando è stata creata e la sua evoluzione nel tempo, ma a far altresì comprendere l’importanza di un’associazione che promuove l’interazione tra soggetti e lo scambio di aiuto in un momento storico molto delicato, non soltanto dal punto di vista economico.

Domenica 23 sarà poi la volta di una Gara di cucina nella quale, alle ore 17, supervisionati da Loanna Giroldi di Toma & Tomi, si sfideranno le squadre della Banca del Tempo di Carpi e di Modena.

Da martedì 25 prenderanno invece avvio una serie di laboratori. Il primo, a cura di Liliana Paltrinieri, inizierà alle ore 20.30 e riguarderà la creazione di rose di carta; in quello di mercoledì 26, invece, i partecipanti potranno dilettarsi, sempre alle ore 20.30, con le infinite possibilità creative della pasta di zucchero insieme a Tiziana Silvestro. La giornata di giovedì 27 inizierà invece con il Risveglio muscolare Yoga, alle ore 7.30 presso i Giardini del Teatro, mentre Daniela Buldrini sarà l’animatrice, alle ore 16, del laboratorio – che si terrà anche venerdì 28 alle ore 21 – dedicato alla creazione di centro tavola autunnali con zucche decorative. Infine, alla sera Giovanna Gaddi terrà, alle ore 20.30, un laboratorio dal titolo Cut up – La poesia è di tutti.

Il tempo: parole e musica è invece il titolo dello spettacolo che, sabato 29 alle ore 17, andrà in scena grazie a Gabriella Braioni e Grazia Artioli di ‘Donare Voci’, accompagnate per l’occasione dalla musica e dal canto di Carla Artioli e Willer Varini, mentre domenica 30 alle ore 16 si passerà alla pittura su stoffa con Giuliana Lugli. I momenti laboratoriali saranno poi chiusi da Vilde Mailli, che giovedì 3 novembre alle ore 20.30 insegnerà l’arte degli origami.

Venerdì 4 novembre il pubblico potrà anche assistere, alle ore 21 presso l’Auditorium San Rocco, al Recital di Mutina Sound, con Glauco Casali, Guido Grazzi ed Ennio Levratti.

Gran finale, sabato 5 novembre, alle ore 16, di nuovo in Sala Cabassi di Palazzo dei Pio, con le Riflessioni filosofiche sul tempo a cura del professor Pietro Marmiroli.

Tutti gli appuntamenti sono a partecipazione libera e gratuita.

“La Banca del Tempo parte sì da uno scambio – spiega la Presidente Barbara Franzoni – ma questo è in realtà solo la base del sistema. Gli associati, iscrivendosi, soddisfano bisogni dando importanza al valore del tempo, unica cosa certa e comune a tutti. Passione, tempo, condivisione, aiuto reciproco sono le parole chiave per entrare a far parte della Banca, e speriamo che queste iniziative possano portare a conoscenza di quante più persone possibile le nostre attività, perché la nostra porta è sempre aperta”.

Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.bancadeltempocarpi.it e la pagina Facebook ‘Banca del Tempo di Carpi o contattare il numero 366.5446724.