AVIS MEDOLLA, AL VIA LE CELEBRAZIONI PER I 50 ANNI

Mercoledì 21 si apre con un convegno la tre giorni di eventi per festeggiare la presenza a Medolla dal 1966 dell’associazione per il dono del sangue

Sarà una settimana dedicata all’importanza del dono del sangue, ma anche al ruolo sociale che ha rivestito all’interno della comunità, quella che l’Avis comunale di Medolla si appresta a festeggiare per i suoi 50 anni di vita.

Il primo appuntamento è per mercoledi 21 settembre alle 20.45 all’Auditorium, dove si terrà il convegno “Donare e ricevere, le donazioni di sangue nell’Area Nord e le trasfusioni a domicilio”.

L’incontro vuole fare il punto sullo “stato dell’arte” della raccolta e dell’utilizzo del sangue mettendo insieme per l’occasione tutti i soggetti impegnati nella cura e nei trattamenti che necessitano unità di sangue, con uno sguardo non solo dalla parte di chi dona, ma anche di chi riceve.

Saranno infatti presenti Massimo Annichiarico direttore generale dell’ AUSL di Modena, il sindaco di Medolla Filippo Molinari, Samir Aboumerhi responsabile dell’Organizzazione Assistenza domiciliare di Mirandola, Chiara Belloni coordinatrice SADI Mirandola, Donatella Pozzetti presidente dell’AMO, Giovanni Razzaboni presidente dell’Avis Medolla, Maurizio Pirazzoli presidente Avis provinciale, Giovan Battista Ceccherelli direttore del Centro Trasfusionale del Policlinico, Nunzio Borelli presidente del Circolo Medico “M. Merighi”, Stefano Toscani responsabile del Pronto Soccorso di Mirandola, Angelo Vezzosi direttore del Distretto n. 2 di Mirandola, Guido Zaccarelli, docente dell’Università di Modena e Reggio Emilia.

Saranno dedicati al vero e proprio cinquantenario della fondazione gli appuntamenti successivi del 24 e 25 settembre.

Nella serata di mercoledi 24 alle 18.30 sempre nell’auditorium comunale verrà presentato il volume “Cinquant’anni di solidarietà – la storia dell’Avis di Medolla dalle origini ai giorni nostri” a cura di Lucio De Biaggi, alla presenza del sindaco di Medolla, dei presidenti provinciali e comunali Maurizio Pirazzoli e Giovanni Razzaboni, del presidente Avis Frossasco (TO) gemellata con Avis di Medolla Paolo Bianciotto, dell’assessore alla cultura di Medolla Monica Gennari e della poetessa Tiziana Malagoli.

Domenica 25 sarà la giornata della grande Festa Sociale che inizierà con la Santa Messa alle 10 nella nuova chiesa di Medolla, cui seguirà il corteo per le vie cittadine accompagnato dal Gruppo Storico Antico Borgo San Donato in Frossasco e dalla Filarmonica Pinerolese di Frossasco.

Alle 11.45 cerimonia per la posa delle prima pietra del monumento al donatore che Avis realizzerà in occasione del 50esimo dalla fondazione, infine pranzo sociale e premiazione dei donatori al Centro Sportivo di Medolla, con la conduzione della Strana Coppia di Radio Bruno.