PUGLIA: AVIS E POLICLINICO PRONTI A RISPONDERE ALLE RICHIESTE. MA PRIMA DI PARTIRE, RICORDATI DI DONARE!

Posted on
La sezione provinciale dell’associazione ed il Servizio Trasfusionale sono pronti a rispondere alle necessità di sangue. Al momento però non è necessario un aumento della raccolta sangue. Fondamentale, però, rimane donare prima di andare in vacanza.

Nel caso in cui giungano dalla Puglia specifiche richieste, l’Avis e il SIT di Modena sono pronti a mettere a disposizione unità di sangue per le persone coinvolte nel tragico incidente ferroviario dei giorni scorsi.

Come afferma il responsabile del Servizio Trasfusionale dott. Giovanni Battista Ceccherelli: “Allo stato attuale il Centro Regionale Sangue di Bologna su disposizione del Centro Nazionale Sangue, ha dato indicazione ai vari servizi trasfusionali di mantenere disponibili unità di sangue da inviare in Puglia, nel caso venissero richieste, cosa che il nostro servizio ha prontamente fatto. Rimaniamo ora in attesa di eventuali indicazioni che provengano dalle  strutture trasfusionali competenti”.

Il presidente dell’Avis provinciale di Modena Maurizio Pirazzoli, aggiunge “Al momento non si rende necessario un aumento della raccolta per l’emergenza Puglia. Abbiamo comunque già garantito al servizio trasfusionale del Policlinico la piena disponibilità ad incrementare le donazioni avvertendo i nostri donatori se dovessero giungere specifiche richieste da parte delle strutture trasfusionali della Puglia. Raccomandiamo comunque ai nostri donatori di effettuare regolarmente e puntualmente la donazione per garantire la disponibilità di sangue in questo momento particolarmente  delicato”.

Come ogni anno, però, l’estate è un periodo critico per le donazioni di sangue, quest anno ancora di più perché già si è registrato un calo di donazioni nei mesi precedenti. Avis provinciale ha quindi attivato una campagna rivolta ai donatori perché prima di partire per le vacanze programmino la loro donazione. “In estate occorre la stessa quantità di sacche del resto dell’anno – conferma il dott. Giovanni Ceccherelli responsabile del Centro di Medicina Trasfusionale del Policlinico di Modena – perché non calano i malati che necessitano di trasfusioni, non calano gli interventi chirurgici, non calano i casi di emergenza. Cala invece in modo preoccupante la disponibilità di sangue che abbiamo sempre potuto garantire grazie alle donazioni”. Ecco allora che scatta l’allerta estiva per poter mantenere anche in questi mesi l’autosufficienza per far fronte al fabbisogno di sangue.

L’Avis Provinciale di Modena lancia l’appello a tutti i donatori “Prima di partire ricordati di donare” con una campagna di comunicazione, realizzata dalla Regione, su tutti i mezzi locali, oltre naturalmente all’invio di mail e sms ad ogni singolo donatore.  L’invito è a programmare la donazione estiva rivolgendosi alle proprie sedi comunali, che anche in estate sono regolarmente “aperte per ferie”, o all’Avis provinciale al n. 059 3684911 o visitando il sito modena.avisemiliaromagna.it.

Il periodico dell’Avis provinciale in distribuzione in questi giorni indica inoltre una sorta di decalogo estivo per il donatore. Tra le semplici regole da tener presente: rispondere regolarmente agli inviti alla donazione che si ricevono dalla propria sede, se si è idonei alla donazione di sangue e plasma privilegiare quella del sangue, se si è donatore di piastrine garantire la donazione anche in estate, se si è idonei alla donazione di solo plasma effettuare la plasmaferesi appena possibile, e non ultimo sollecitare amici e parenti ad approfittare del maggior tempo libero durante le ferie per diventare nuovi donatori.

E’ una scommessa per la vita che i donatori possono vincere con un semplice gesto e un po’ del loro tempo prima di partire “più leggeri” per le vacanze.