MARTEDÌ 22 MARZO INAUGURA A MODENA LA CASA DI FAUSTA

Posted on
L’appuntamento alle ore 10 presso la palazzina di Via Campi (Angolo Accesso Pronto Soccorso) – Modena. Un sogno che diventa realtà

Per i volontari, per i bambini, per la cittadinanza questo giorno rappresenta  il coronamento di un sogno che si è concretizzato con la  realizzazione della Casa di Fausta, una struttura voluta da ASEOP, sorta nei pressi del Policlinico in via Campi, destinata ad accogliere in regime di dimissione protetta i piccoli pazienti ricoverati presso il Dipartimento Materno Infantile dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico di Modena, provenienti dalle diverse aree dell’Italia e del mondo.

La struttura è stata intitolata alla Prof.ssa Fausta Massolo  (1935 – 1999) che si può considerare la fondatrice dell’Oncoematologia pediatrica a Modena e uno dei pionieri di questa disciplina a livello nazionale. Giunta a Modena nel 1963, nel 1968 registrò il primo successo terapeutico per un bambino affetto da tumore del sangue. Lottò tutta la vita per ottenere cure migliori e rendere il reparto adatto a quell’umanizzazione della cura che oggi è un concetto assodato.

L’edificio, realizzato con i più moderni criteri antisismici, di bioedilizia e di risparmio energetico, è costituito da 13 appartamenti, una biblioteca, uno spazio ludico interno, un giardino, una palestra per la riabilitazione, due uffici, un magazzino. La struttura verrà dotata di sistemi informatici in rete con l’ospedale ed in particolare con lo Spazio Scuola per consentire al bambino di proseguire il proprio percorso scolastico in diretta relazione con le insegnanti.

Madrina della giornata sarà Lorella Cuccarini  socia fondatrice e testimone della Fondazione Trenta Ore per la Vita..