ARTE E SOLIDARIETÀ ALL’AVIS CON LA MOSTRA DI ANNA MARIA FERRARI

Posted on
Nella sede di via Borri a Modena si inaugura sabato 5 marzo l’antologica della pittrice modenese scomparsa un anno fa. Per volontà dell’autrice i proventi dell’acquisto dei quadri saranno devoluti alle attività dell’associazione modenese dei donatori di sangue

E’ ormai consuetudine per l’AVIS comunale di Modena trasformare gli spazi della propria sede in via Livio Borri in vera e propria galleria d’arte, dove a rotazione bimestrale espongono le loro opere autori modenesi e non. Un modo per coniugare il bello dell’arte con il buono della donazione del sangue. La mostra di Anna Maria Ferrari che si inaugurerà sabato 5 marzo alle 17 avrà un significato in più: per espressa volontà dell’autrice, che prima della sua scomparsa un anno fa ha messo a disposizione le sue opere per beneficenza, sarà possibile acquistare i quadri il cui ricavato andrà a sostegno delle attività dell’Avis comunale di Modena. L’offerta è libera e anonima e potrà essere effettuata direttamente alla sede Avis.

Anna Maria Ferrari, nata a Castelfranco nel 1929 da una famiglia di dodici figli, nella sua non facile vita segnata dalla malattia e anche dalla dolorosa perdita di un figlio si è sempre dimostrata attiva e battagliera nelle azioni a favore di più deboli. Pittrice autodidatta, si dedica completamente alla sua passione per l’arte dalla metà degli anni 70. Entra a far parte del Circolo di pittori “Il Terrazzo” e partecipa a diversi concorsi con lusinghieri riconoscimenti. La sua pittura dai tratti veloci è un’alternanza di movimento e di colori al primo impatto freddi, ma con dentro tutto il calore della vita. Le figure sono rare e solo abbozzate, lasciando predominio assoluto ad un colore che denota l’animo angosciato di chi vive sempre l’altrove.

Le quarantadue opere che compongono l’antologica della Ferrari si potranno ammirare e acquistare dal 5 marzo fino al 30 aprile nella sede Avis di via Livio Borri 40 negli orari di apertura per le donazioni: dal lunedi al sabato dalle 7.30 alle 12, la domenica dalle 7.30 alle 11 e nei pomeriggi su appuntamento.