A SCUOLA SI IMPEGNANO…I GENITORI!

Posted on
A Fiorano Modenese amministrazione comunale, scuole e genitori si alleano per collaborare nella cura degli edifici scolastici, con ‘MI IMPEGNO A SCUOLA’. Il progetto intende promuovere il coinvolgimento volontario e la partecipazione dei genitori alla vita della scuola, attraverso l’organizzazione di precise attività di collaborazione per la cura degli spazi interni ed esterni delle sedi scolastiche.

Il progetto è stato predisposto dall’assessorato alle Politiche Educative e Scolastiche del Comune, in accordo con i dirigenti scolastici degli Istituti Comprensivi e i genitori degli Organismi di Rappresentanza scolastica.

“Si tratta di uno strumento sperimentale, – spiega l’assessore alla Politiche Educative, Fiorella Parenti – che abbiamo messo a punto per consentire l’utilizzo concreto da parte delle scuole e dei genitori del Registro dei volontari civici, tenuto dal Comune. Abbiamo cercato di renderlo il più semplice possibile dal punto di vista delle procedure, nel rispetto delle norme e regolamenti esistenti. L’efficacia dello strumento dipenderà poi dallo spirito di collaborazione di quanti, scuole e genitori, lo vorranno utilizzare”.

La partecipazione attiva dei genitori nel contesto scolastico, tramite l’impegno civico individuale e collettivo, può contribuire al buon funzionamento delle sedi scolastiche; sviluppare un senso di appartenenza e di responsabilità nei confronti di beni pubblici e può aiutare a far crescere negli studenti un maggiore rispetto degli spazi scolastici, stimolati dall’esempio dei genitori

Possono aderire al progetto “MI IMPEGNO A SCUOLA” tutti i genitori degli alunni che frequentano gli istituti scolastici del comune di Fiorano Modenese, dalle scuole dell’infanzia, alle primarie e secondarie di I° grado.

Basta essere iscritti o iscriversi al Registro dei volontari civici di comunità, presso l’Urp del comune, indicando l’adesione a “MI IMPEGNO A SCUOLA”. Gli iscritti usufruiscono della copertura assicurativa contro infortuni e per responsabilità civile verso terzi.

Il genitore volontario dovrà poi sottoscrivere il ‘Patto di attività’ con il responsabile del servizio Istruzione, a Villa Pace.

Le attività da svolgere negli edifici scolastici riguarderanno la manutenzione o riparazione di arredi che non richiedono certificazioni specifiche e/o particolari specializzazioni, eseguibili con attrezzature manuali e di tipo hobbistico; piccoli interventi di tinteggiatura; spostamenti di arredi e suppellettili; ripristino di piccole rotture (non sono ammessi interventi su impianti elettrici e idrotermosanitari, oltre che su opere murarie, infissi, vetri e tapparelle); pulizia delle aree esterne.

E’ previsto il coinvolgimento dei volontari anche per l’eventuale spalatura della neve da cortili, parcheggi e vialetti di accesso alle sedi scolastiche, escludendo gli interventi contemplati nel ‘Piano Neve’ del Comune.

Tutte le attività da assegnare ai genitori volontari devono essere segnalate dal coordinatore di plesso, individuato tra il personale di ogni scuola, e preventivamente approvate dal dirigente scolastico. Il coordinatore poi definirà, insieme al referente dei volontari, scelto tra i genitori iscritti al Registro presenti in ogni scuola, tempi e modalità di realizzazione degli interventi. Dovrà essere tenuta registrazione di avvenuta esecuzione di ciascun intervento, al fine di verificare nel tempo l’efficacia del progetto.