A SCUOLA CON AVIS, IN CARTELLA IL NUOVO QUADERNONE

Posted on
La dotazione di strumenti didattici si rinnova con la nuova versione dello “storico” quaderno a quadretti

“Tutte le persone adulte dovrebbero diventare donatori e donatrici…perché la solidarietà non è un’opinione”.

Così Serena, 14 anni, una delle tante testimonianze scritte dai ragazzi delle scuole che hanno incontrato l’Avis.

Alcune di queste sono riportate nel nuovo “quadernone” realizzato dall’Avis provinciale di Modena per le classi elementari e medie come utile e istruttivo compagno di banco.

Dopo dieci anni di presenza nelle scuole, il “quadernone” si ripresenta come vero e proprio strumento di lavoro con nuova grafica e nuovi contenuti. All’interno tante informazioni relative alla storia dell’Avis e alle caratteristiche della donazione, ma anche due pagine con note scientifiche ed esercizi pratici dedicati ai gruppi sanguigni, un tema molto richiesto dai ragazzi e non sempre presente nei libri di scienze.

Nel retro di copertina i ragazzi in prima persona raccontano cosa possono fare per l’Avis, soprattutto per avvicinare gli adulti alla donazione.

Curato da Giovanna Barbieri della Commissione Scuola dell’Avis modenese, il nuovo quadernone a quadretti completa il “kit” di produzioni editoriali a carattere didattico, composto dal diario scolastico, dall’opuscolo informativo “A scuola con l’Avis” e dal “Gioco del Dono”, il percorso del sangue sulle regole del classico gioco dell’oca.

“Anche per questo anno scolastico l’adesione alla nostra proposta per le scuole è buona – afferma Giovanna Barbieri – con 300 classi già coinvolte fra elementari, medie e superiori, ma anche qualche scuola d’infanzia. Abbiamo tracciato tre principali filoni didattici: alle elementari si impara a prendere confidenza con il sangue, alle medie si punta sui sani stili di vita e sulle dipendenze, alle superiori si affronta il tema della donazione.

Ma in realtà molti dei percorsi vengono concordati con gli insegnanti in base alle loro richieste”. Il nuovo quadernone è disponibile nella sede modenese dell’Avis provinciale e può essere richiesto facendo riferimento alla segreteria.