AZIENDE E TERRITORIO, INSIEME PER UN FUTURO SOSTENIBILE

L’Associazione Aziende Modenesi per la RSI, per celebrare il primo anno di attività, ha organizzato il 9 dicembre 2015 una cena di beneficenza presso il centro di accoglienza Porta Aperta come segnale concreto di sostegno verso il territorio.
Forte impegno verso la comunità e divulgazione dei principi di sostenibilità sono alla base della filosofia di Aziende Modenesi per la RSI, che dal 2014, anno della fondazione, si impegna a promuovere e diffondere le buone pratiche di responsabilità sociale d’impresa, organizzando numerosi incontri di formazione e seminari aperti alla cittadinanza.
Il calendario 2015 dell’Associazione, composta da 34 aziende di vari settori, tra cui Tetra Pak, Gruppo Bper, Hera e C.M.S., è stato infatti ricco di iniziative dedicate al tema scelto: “Spreco, Sostenibilità e Comportamenti Responsabili”.
403 partecipanti agli incontri, 30 testimonianze esterne, 14 temi di RSI affrontati, 6 visite guidate a organizzazioni del territorio, questi sono solo alcuni dei numeri che hanno segnato l’impegno concreto dell’Associazione, che sta già lavorando alle attività per il 2016, a tema “Lo sviluppo umano”.
L’attenzione per la comunità è sicuramente un altro elemento che caratterizza fortemente l’Associazione, per questo motivo per rafforzare il legame con il territorio, Aziende Modenesi per la RSI ha deciso di organizzare una cena di beneficenza a favore dell’associazione Porta Aperta, centro di accoglienza promosso dalla Caritas diocesana modenese, che dal 1978 si occupa di promozione sociale, servizi alla persona, prevenzione del disagio e gravi forme di emarginazione.
L’iniziativa ha avuto luogo il 9 dicembre 2015 presso la mensa del centro, una cena speciale per gli ospiti di Porta Aperta ma anche per i soci di Aziende Modenesi per la RSI, cucinata dallo chef Nicola Pini del ristorante MagnaGallo, che ha prestato servizio a titolo gratuito. Durante la serata sono state esposte e messe all’asta alcune fotografie di Luigi Ottani raccolte nel libro “Argini Margini” dedicato a Porta Aperta, che racconta attraverso le immagini di Ottani e i testi di Laura Solieri le speranze e le paure di persone che, per motivi e circostanze diverse, sono state travolte dalla vita. Alla cena hanno partecipato oltre 60 ospiti tra imprenditori e professionisti, l’assessore Giuliana Urbelli e l’ex assessore Graziano Pini.
Durante la serata è intervenuto il Dott. Matteo Guidi di Last Minute Market, che ha parlato di “Spreco alimentare tra sociale ed efficienza: dimensione del fenomeno, finalità solidali e consigli per ridurlo”.
I prodotti per realizzare i pasti sono stati offerti da Nordiconad, le pulizie dei locali sono state offerte dalla cooperativa Aliante e la gestione dei rifiuti realizzata gratuitamente da Hera. Diversi volontari dell’associazione hanno aiutato a preparare e a servire la cena: un lavoro di squadra per realizzare una serata che è stata per tutti sicuramente qualcosa di più che una semplice cena.
Ad oggi i soci di Aziende Modenesi per la RSI sono: Aliante, C.M.S. S.p.A, Consorzio di Solidarietà Sociale, Cooperativa Scuola di Pallavolo, Florim Ceramiche S.p.A., Forgia del Frignano, Gruppo Remark, Gulliver, Lumaca Soc. Coop Sociale, Gruppo Manutencoop Facility Management, Mediagroup98, MediaMo, Nordiconad, Socfeder SpA, Suincom SpA, TEC Eurolab srl, Tellure Rôta SpA. Angelo Po, Assiteca, Banca Popolare dell’Emilia Romagna, C.N.A. Servizi, CASTGroup, Centro Athena, Coopattiva, Edilteco, Emilbanca, Hera, Labirinto, MarkApp, Nuova Ferrari & Zagni, Porta Aperta, Riunite&CIV, SI&T, Tetra Pak.