A CARPI C’È IL NATALE DEL VOLONTARIATO

Posted on
Bancarelle delle associazioni, spettacoli per le scuole, concerti e donazioni costituiranno il calendario delle iniziative della Fondazione Casa del Volontariato
Inizierà ufficialmente a partire da sabato 12 dicembre il programma del Natale del Volontariato, il cartellone di eventi promosso dalla Fondazione Casa del Volontariato, ente sociale della Fondazione CR Carpi che, come ogni anno, colora di iniziative legate al non profit il dicembre carpigiano.

Ad inaugurare la manifestazione saranno le Bancarelle della Solidarietà che, i fine settimana del 12-13 e del 19-20 dicembre dalle ore 10 alle 19 ospiteranno le associazioni di volontariato del territorio sul rialzato di piazza Martiri, per dar modo alla cittadinanza di conoscere le attività del Terzo Settore e sostenerle attraverso l’acquisto dei prodotti proposti sui banchetti. A questo proposito, le domeniche 13 e 20 dicembre, dalle ore 16.30 alle 19, le associazioni Acat, Progetto per la Vita, UDI, Solidarietà Missionaria, A.DI.FA e Tesoro Nascosto offriranno, sempre in piazza Martiri, polenta condita e semplice, per destinare il ricavato della vendita ad un progetto di tutela per i bambini denutriti del Benin.

Giovedì 17 dicembre, alle ore 21, sarà poi la volta del tradizionale Concerto delle Corali su brani natalizi presso l’Auditorium San Rocco.

Il programma di quest’anno sarà poi caratterizzato da un’attenzione particolare alle giovani generazioni, con la proposta di due spettacoli teatrali per le classi degli istituti superiori. Il primo, Giovani spiriti sulla strada, andrà in scena nella mattina di giovedì 17 dicembre

presso l’Auditorium San Rocco. In questo caso la Compagnia La Pulce e l’Associazione PKD tratteranno, nell’ambito del progetto Prevenzione Teatro, dei fattori di rischio connessi alla guida in stato d’ebbrezza. La trasmissione radiofonica condotta dai due attori-Dj in uno stile ironico e provocatorio consente il coinvolgimento del pubblico grazie ad una continua interazione sul palco ed in platea. Accanto ai dati significativi provenienti da ricerche di settore, ad una rassegna stampa sempre aggiornata, a testimonianze riguardanti il mortale binomio alcol/guida, troveranno spazio travolgenti sketch comici e le irriverenti pubblicità ‘regresso’, con l’intento di parlar chiaro ai ragazzi e indurli ad una riflessione che possa sviluppare senso critico e insieme evitare facili conclusioni e atteggiamenti paternalistici.

Secondo appuntamento per gli studenti, questa volta sul filo della Memoria e della Resistenza sarà quello con O figli cari!, lo spettacolo che, in un parallelo tra la vicenda dei sette fratelli Cervi e quella dei sette Martiri Maccabei di biblica memoria, aiuterà a riflettere sul valore di questi tempi nella nostra contemporaneità. L’appuntamento, realizzato dall’associazione culturale Appenappena e Compagnia im exil con il contributo di Fondazione Casa del Volontariato, sarà in questo caso la mattina di sabato 19 dicembre presso il Teatro Comunale di Carpi.

Oltre a questi appuntamenti, la Fondazione Casa del Volontariato donerà un contributo in favore un progetto della Caritas a favore delle popolazioni del Nepal, duramente colpite dal terremoto dello scorso 25 aprile.

“Anche questo Natale siamo a fianco di chi fa del bene – commenta il presidente della Fondazione Casa del Volontariato Lamberto Menozzi – sostenendo direttamente attività che possano consentire al vasto mondo del non profit di farsi ulteriormente conoscere dalla comunità nella quale opera. Siamo anche particolarmente lieti di sostenere due appuntamenti dedicati alle giovani generazioni su temi importanti quali li rischi dell’abuso di alcol, che si collega al progetto relativo alle ore di lavoro di pubblica utilità per persone condannate per reati legati al codice della strada realizzato insieme a 15 associazioni, e l’eredità della Resistenza. Non ultima, la donazione in favore del Nepal, perché soprattutto noi che, colpiti dal sisma del 2012, abbiamo ricevuto tanti aiuti anche da molto lontano, non dobbiamo mai pensare che la distanza geografica debba annullare i gesti di solidarietà. La Casa del Volontariato sarà insomma sempre a fianco di chi spende energie e tempo per aiutare gli altri e contribuire così a creare una società migliore”.