RIPARTONO I GET, I GRUPPI EDUCATIVI A SOSTEGNO DEGLI ADOLESCENTI

Posted on
Lunedì 12 ottobre riprendono le attività nelle Parrocchie di Maranello e Pozza. Nuovi servizi attivati per gli studenti del biennio delle superiori e per i ragazzi con disturbi dell’apprendimento

Prosegue e si amplia a Maranello l’esperienza dei GET, i Gruppi Educativi Territoriali attivati grazie ad una convenzione stipulata tra Comune e Parrocchia San Biagio. L’accordo, sottoscritto nei giorni scorsi, prevede la continuazione per i prossimi tre anni di questo importante intervento educativo rivolto agli adolescenti sia nella parrocchia del capoluogo (Get Sole Luna) che in quella di Pozza (GET Stella Polare).

Il progetto parte lunedì 12 ottobrea Maranello si svolgerà nei pomeriggi del lunedì, mercoledì e venerdì dalle 14,30 alle 17,30, a Pozza il martedì e giovedì sempre dalle 14,30 alle 17,30 per tutta la durata dell’anno scolastico.
Oltre ai GET, progetto ormai consolidato da anni, quest’anno Comune e Parrocchia hanno attivato due nuovi servizi: il “progetto Ponte”, gratuito, per gli studenti del biennio delle superiori che hanno già frequentato i gruppi educativi, e i “laboratori DSA”, a pagamento, rivolti ai ragazzi con disturbi specifici di apprendimento e alle loro famiglie.

Si conferma così l’importante esperienza di un progetto di sostegno all’adolescenza attivato dall’amministrazione comunale in collaborazione con le Parrocchie, le scuole, le associazioni, l’Azienda USL e i servizi socio-sanitari, che ha permesso in questi anni di proporre significative attività di prevenzione al disagio in una fascia di età, quella giovanile, sempre più esposta a rischi.

Diverse le attività che i ragazzi potranno svolgere all’interno dei GET, sotto la guida degli educatori. La prima parte del pomeriggio è dedicata all’accoglienza e allo svolgimento dei compiti, e, dal mese di maggio, alla preparazione dell’esame di licenza media, in accordo con gli insegnanti referenti della classe frequentata. In caso di assenza di compiti, sarà cura dell’operatore coinvolgere il ragazzo in attività che rafforzino l’autostima e la motivazione al  proseguimento del percorso scolastico. Nella seconda parte della giornata i ragazzi potranno svolgere attività sportive, laboratori di manipolazione, creativi, musicali, informatici, di promozione alla lettura, di interculturalità, di socializzazione, e partecipare a attività ludico-ricreative, escursioni, gite, feste.