OSSERVATORIO DEL VOLONTARIATO: UNA PROPOSTA DI RIFORMA

Posted on
L’Osservatorio Regionale del Volontariato dell’Emilia Romagna, come da richiesta dell’assessore al Welfare regionale, Elisabetta Gualmini, ha inviato –così come altri enti del Terzo Settore- le proprie proposte sul sistema di governance e partecipazione del Terzo Settore nel sistema regionale. Pubblichiamo anche la comunicazione del Comitato Paritetico Provinciale del Volontariato a tutte le associazioni di volontariato
A livello nazionale si discute la Riforma del Terzo settore, ma cosa sta succedendo intanto in Regione? Negli uffici bolognesi oggetto del dibattito è il ripensamento della Conferenza Regionale del Terzo Settore, istituita per il confronto tra la giunta e i rappresentanti di questo ambito. Organismo a cui, verosimilmente, si farà riferimento nel momento in cui, approvata in Parlamento la Riforma del Terzo settore, sarà necessario renderla attuativa anche in Emilia-Romagna.
Nodo cruciale della discussione in corso è quello di salvaguardare la rappresentanza del volontariato e, in particolare, delle piccole e medie associazioni, all’interno della Conferenza regionale, una presenza attualmente garantita dai rappresentanti dell’Osservatorio Regionale del Volontariato, che ne è un componente.

La proposta dell’OrV prevede la presenza di 13 membri così individuati: 3 in rappresentanza dell’Osservatorio, 3 dell’Oraps Regionale, 3 della Commissione Cooperazione Regionale, 3 rappresentativi delle tre anime del Forum Regionale del Terzo Settore (volontariato, promozione sociale e cooperazione), più l’assessore regionale.
Fondamentale poi evitare che vengano indicati soggetti proveniente dalla medesima associazione o appartenenti alla stessa federazione di associazioni, in modo da garantire la più ampia ed eterogenea rappresentanza.

Cliccando qui è possibile leggere in originale la lettera e la proposta che l’Osservatorio Regionale del Volontariato ha inviato alla dott.ssa Gualmini in data 21 giugno.

Cliccando qui è possibile leggere la comunicazione del Comitato Paritetico Provinciale del Volontariato a tutte le associazioni di volontariato per renderle partecipi e informarle sul dibattito in Regione al fine di adempiere alla responsabilità che sente molto forte nei confronti del mondo del Volontariato
Clicca qui per leggere “Quattro domande a Laura Groppi” portavoce dell’Osservatorio Regionale del Volontariato e qui per leggere l’intervista a Aristide Savelli, coordinatore Uildm Romagna e componente dell’Osservatorio Regionale del Volontariato.