BANDO ADOLESCENTI 2015, LA REGIONE STANZIA 600 MILA EURO

Posted on
Un nuovo bando regionale da 600 mila euro (100 mila in più rispetto al 2014) per interventi e attività a favore di adolescenti e preadolescenti. È il Bando adolescenti 2015 a cui possono partecipare associazioni di promozione sociale, associazioni di volontariato, cooperative sociali, oratori, parrocchie.

Sullo stanziamento complessivo, 150 mila euro vanno a sostegno di progetti di valenza regionale e 450 mila euro per quelli di valenza territoriale. La cifra è stata articolata su base distrettuale, in rapporto alla popolazione 11-17 destinataria delle attività. “Gli adolescenti sono il nostro futuro, una generazione di mezzo spesso lasciata nell’ombra rispetto all’infanzia e all’età adulta – ha detto Elisabetta Gualmini, vice presidente della Regione – Noi invece puntiamo su di loro perché saranno loro a disegnare e a progettare la società di domani. Qualsiasi iniziativa tesa a ridurre il disagio oppure a migliorare le competenze e la formazione per noi è rilevantissima”. Ci sono 30 giorni a partire dal 29 giugno (data di pubblicazione del bando sl Burert) per inviare la domanda di ammissione ai contrbuti.

Obiettivi.
Tra quelli indicati nel bando c’è la promozione dell’offerta di opportunità educative per il tempo libero e delle diverse forme di aggregazione, valorizzando gli interventi già esistenti e tenendo conto della realtà scolastica e comunitaria, in modo da ottimizzare e sviluppare risorse e opportunità presenti sul territorio. Altro obiettivo è il sostegno ad attività di carattere educativo e sociale (di oratorio o simili, di scoutismo) e di attività di sostegno a favore di adolescenti preadolescenti con difficoltà. Infine, c’è la promozione dell’educazione tra pari, in modo da valorizzare il protagonismo dei ragazzi e sviluppare la loro capacità di aiutarsi tra coetanei. Rispetto agli anni scorsi ci sono alcune novità, a partire dalla valutazione di merito dei progetti territoriali, che sarà realizzata dagli uffici di piano competenti sulla base di criteri di valutazione indicati nel bando stesso. Tra questi criteri è attribuita una rilevanza particolare all’attivazione di reti, sia tra i vari soggetti privati, sia per sinergie e collaborazioni con i soggetti pubblici.

Clicca qui per accedere alla sezione Bandi e vedere tutte le caratteristiche per partecipare: scadenza 29 luglio ore 13.00