CROCE BLU CAVEZZO, UN SUCCESSO LA CENA SOCIALE DI AVVIO DEL PROGETTO DI ACQUISTO DELLA NUOVA AMBULANZA

Posted on
Il nuovo mezzo è necessario per il proseguimento dell’attività di volontariato. L’associazione: “Adesso, oltre ai cittadini, occorre sentire la vicinanza delle istituzioni e delle imprese”

Soddisfazione e voglia di rendere concreto un progetto necessario, importante e ambizioso. Un progetto che farà un passo ulteriore nelle prossime settimane, quando verranno contattate le imprese e le istituzioni affinchè possano contribuire economicamente.

La Croce Blu di Cavezzo ha presentato ufficialmente sabato scorso i dettagli del progetto Ambulanza attraverso una grande cena sociale di autofinanziamento che ha visto intervenire circa 200 persone.

Il progetto di acquisto di una nuova ambulanza è cruciale per i cittadini di Cavezzo e dei Comuni limitrofi: la presenza consolidata di una postazione di servizio di emergenza e la messa a disposizione di un’ambulanza nuova dotata delle moderne tecnologie di primo soccorso è una necessità sempre più sentita dalla cittadinanza.

A tal fine, da quasi venticinque a Cavezzo (Croce Blu Cavezzo è nata nel 1991), sono operativi equipaggi di volontari, appositamente formati, per fornire la prima necessaria assistenza a persone che si trovano in difficoltà dal punto di vista fisico, psicologico e socio-assistenziale, assistendole e tutelando i loro diritti alla salute.

Per continuare nel progetto di acquisto dell’ambulanza – fanno sapere dalla Croce Blu Cavezzo – occorrerà sentire la vicinanza oltrechè dei nostri concittadini, anche delle istituzioni e delle altre associazioni, nella loro piena rappresentanza, nonché delle imprese e degli imprenditori del territorio ”.

Croce Blu Cavezzo tiene particolarmente a ringraziare tutti coloro che sono intervenuti alla cena sociale e tutti i volontari che hanno permesso la riuscitissima serata. Si parte dal lavoro di rete, sempre, per poter arrivare a rendere concreto un progetto. Sabato sono state poste le fondamenta. Tra qualche settimana saranno posizionati altri mattoni. Altri mattoni che non potranno arrivare solamente dalla pubblica assistenza di Cavezzo. Servono più mani per far crescere una casa in maniera solida.