CARPI, NON ESISTONO STORIE SENZA PROTAGONISTI: AL VIA LA CAMPAGNA VOLONTARI FESTA DEL RACCONTO 2015

Posted on
Distribuiti in questi giorni i moduli per diventare volontario della manifestazione culturale dedicata al racconto, che lo scorso anno ha raccolto più di ottanta aderenti

Una cinquantina nel 2012, sessanta l’anno seguente, oltre ottanta nel 2014: quella dei volontari della Festa del Racconto è una realtà costantemente in crescita, composta da persone di ogni età, dagli studenti delle scuole superiori sino agli adulti, che dimostra la capacità della manifestazione realizzata dalla Biblioteca Multimediale Arturo Loria nei Comuni di Carpi, Soliera, Novi di Modena e Campogalliano grazie al sostegno della Fondazione CR Carpi non soltanto di attrarre un numeroso pubblico, ma anche di stimolare e appassionare tanti cittadini amanti della lettura a partecipare attivamente, impegnandosi in prima persona in un gioioso sforzo senza il quale realizzare la Festa del Racconto sarebbe assai più complesso.

La chiamata alle armi – o, meglio ai libri – prosegue dunque anche quest’anno, al grido Non esistono storie senza protagonisti, in vista della manifestazione che si svolgerà da giovedì 1 a domenica 4 ottobre: tutti coloro che vorranno dedicare parte del proprio tempo ad un appuntamento che coniuga letteratura, musica, cinema e arte in una miscela gli ingredienti principali della quale sono allegria e voglia di proporre la cultura ad un pubblico il più variegato possibile, potranno trovare i moduli per inoltrare la propria richiesta di volontariato presso svariati luoghi di Carpi – Biblioteca Loria, Qui Città, Assessorato alla Cultura, Fondazione Casa del Volontariato, librerie cittadine, locali del centro storico e i negozi che vorranno ospitarle, oltre a scuole, centri sociali e il centro commerciale Il Borgogioiso – e consegnarla, compilata, presso il banco centrale al piano terra della Biblioteca Loria di Carpi, al civico 1 di via Rodolfo Pio. Sarà inoltre possibile, per i lettori 2.0, scaricare il modulo tramite pagina Facebook o sito web, per poi inviarlo a staff.fdr@gmail.com.

Come di consueto, alla Festa del Racconto è possibile svolgere svariate mansioni, dal servizio eventi al presidio del punto informazioni, passando per attività di documentazione fotografica e supporto logistico. Novità dello scorso anno che, dato il notevole apprezzamento riscontrato, sarà riproposta anche in questa decima edizione, consisterà nel poter affiancare i membri dell’ufficio stampa, nei mesi precedenti lo svolgimento della manifestazione, per contribuire alla diffusione comunicativa degli appuntamenti, oltre a sperimentarsi in svariate attività creative, sempre finalizzate a dare risalto e visibilità alla kermesse. Modalità, queste ultime, utili anche per comprendere, da un punto di vista ottimale ‘dietro le quinte’, quanta e quale preparazione richieda un evento di questo tipo, e di scoprire se l’impegno nell’ideazione, diffusione e gestione di eventi culturali e delle campagne comunicative ad essi collegate ha a che fare con il proprio percorso di studi e, perché no, professione futura.
Gli studenti che presteranno servizio per il tempo minimo di una giornata (tutti i volontari possono infatti scegliere quanto tempo dedicare alla Festa del Racconto, da un volontariato ‘integrale’ che accompagni tutto il suo svolgersi, fino a semplicemente metà giornata) avranno infine diritto all’assegnazione di crediti formativi.

Il termine ultimo per presentare domanda sarà giovedì 17 settembre alle ore 19.00, mentre la riunione generale nel corso della quale saranno comunicati ad ogni volontariato le mansioni assegnate si terrà giovedì 24 settembre, alle ore 18.00, presso l’Auditorium della Biblioteca Loria, a Carpi.

“I volontari sono il primo patrimonio e una delle anime della Festa del Racconto – commenta il vicesindaco e assessore alla Cultura Simone Morelli – perché senza di loro non sarebbe possibile organizzare una manifestazione così bella e colorata, e perché questa è la prova che crescita culturale, impegno per la comunità e divertimento possono andare a braccetto. Cresciuti costantemente nel corso delle varie edizioni della Festa, i volontari rappresentano inoltre la possibilità di incontro tra generazioni, data l’estrema varietà anagrafica dei partecipanti. Il grazie dell’Amministrazione è scontato, ma è la città intera a ringraziarli”.

Per ulteriori informazioni seguire la pagina Facebook Festa del Racconto e il sito www.festadelracconto.it