ANCHE A FORMIGINE SI POTRÀ REGISTRARE LA VOLONTÀ DEI CITTADINI IN MERITO A DONAZIONE DI ORGANI E TESSUTI

Formigine aderisce al progetto per la registrazione della volontà dei cittadini sui documenti d’identità in merito a donazione di organi e tessuti

La Giunta comunale ha infatti approvato, nella seduta del 22 gennaio, un atto di indirizzo in continuità con quanto avvenuto negli altri Comuni del Distretto ceramico, che impegna l’Amministrazione ad aderire al progetto “Carta d’identità – donazione organi”.

In queste settimane un gruppo di lavoro tecnico studierà l’implementazione pratica dell’inserimento della volontà dei cittadini all’interno del documento di identità: formazione del personale dell’anagrafe, piani di comunicazione e informazione in base alle linee di indirizzo elaborate dal Centro Nazionale Trapianti, attivazione degli interventi software necessari per adeguare il sistema informatico.

“Questa delibera segna un passaggio importante di un percorso iniziato il 7 ottobre 2014 all’Assemblea Nazionale dell’ANCI – afferma il Sindaco Maria Costi – quando assieme al Sindaco di Maranello Morini abbiamo aderito alla campagna e partecipato ad una campagna informativa promossa dal Ministero della Salute.

Per noi, la donazione organi rappresenta un atto di solidarietà irrinunciabile verso il prossimo, segno di civiltà e rispetto per la vita.

Il trapianto rappresenta l’unica soluzione terapeutica per alcune patologie non altrimenti curabili, e va intrapresa con forza ogni azione amministrativa che possa aumentare il numero dei donatori.

Utilizzare l’opportunità del rinnovo dei documenti di identità per manifestare una volontà personale che magari sarebbe rimasta inespressa, è una innovazione amministrativa che diventa progresso civile”.