UN’OFFICINA PER IMPARARE LA SOLIDARIETÀ

Posted on
Creatività, gioco e teatro utilizzati per spiegare ai ragazzi delle scuole della città le attività delle associazioni di volontariato modenesi. Fino al 9 febbraio al Foro Boario a Modena

Sono in corso al Foro Boario “Le officine della solidarietà”, un grande laboratorio di idee curato dai volontari con il supporto del Centro di Servizio per il Volontariato di Modena, all’interno del quale gli studenti delle scuole medie e superiori possono entrare in contatto con il mondo del volontariato e del terzo settore.

Giunte quest’anno all’ 11° edizione, “Le officine della solidarietà” si svolgeranno fino al 9 febbraio presso il Foro Boario di Modena.

La crescente partecipazione all’evento nel corso delle varie edizioni ci conferma che si tratta di un’esperienza apprezzata e sostenuta dalle scuole e dai ragazzi – afferma Gianni Ascari, consigliere dell’Associazione Servizi per il Volontariato di Modena – Parliamo di oltre 1300 studenti coinvolti in questa edizione 2015 per un totale di 58 classi tra medie e superiori”.

Acat, Admo, Aido, Amafuoridalbuio, Amnesty International, Arcigay, Asa 97, Aseop, Auser, Avis, Bambini nel Deserto, A.V.O., , AVPA Croce Blu, Emergency, CSI Modena Volontariato, Carcere Città, G.P. Vecchi, Gruppo Comunale Protezione Civile, G.V.C., Insieme a Noi, Insieme in quartiere x la Città, Kabara Lagdaf, Lav, Porta Aperta, Porta Aperta al carcere, Ridere per Vivere, Unione Italiana ciechi e degli ipovedenti, UISP, sono le associazioni presenti al Foro Boario per parlare ai ragazzi di volontariato e presentare le proprie attività.

“Le officine della Solidarietà” sono infatti un progetto di promozione della cittadinanza attiva finalizzato ad un primo incontro tra studenti e mondo del volontariato locale grazie a laboratori e percorsi creati ad hoc dalle associazioni.

Il progetto vuole anche essere un’occasione per presentare ai docenti uno spazio utile a sostenere percorsi di solidarietà già avviati nelle classi o nelle scuole e un modo per sperimentare nuove forme di incontro tra volontariato e mondo giovanile.

Questa iniziativa rappresenta un’ottima occasione di socialità, utile per sensibilizzare i nostri giovani sui temi della solidarietà, dell’integrazione e della cittadinanza attiva, per contrastare fenomeni importanti come il bullismo e la dispersione scolastica – afferma l’assessore all’istruzione del Comune di Modena Gianpietro Cavazza – Il volontariato è fondamento della nostra civiltà, l’esperienza di volontariato si può fare a tutte le età e ha un’altissima valenza culturale oltre che didattica.