PROGETTI SPERIMENTALI DI VOLONTARIATO FINANZIATI CON IL FONDO PER IL VOLONTARIATO LEGGE N. 266 ANNO 2014

Sono state adottate le Linee di Indirizzo per la presentazione di progetti sperimentali finanziati con il Fondo per il volontariato – Annualità 2014. Le Linee di indirizzo sono finalizzate alla presentazione di progetti sperimentali ed innovativi di volontariato, da parte di organizzazioni di volontariato legalmente costituite da almeno due anni e regolarmente iscritte nei registri regionali/provinciali del volontariato. Scadenza: 10 dicembre 2014 ore 13

In allegato le Linee di indirizzo e il formulario unico.

BENEFICIARI:

Possono richiedere il contributo singole organizzazioni di volontariato, ovvero più organizzazioni di volontariato congiuntamente; regolarmente iscritte nei registri regionali/provinciali del volontariato, di cui all’art. 6 della legge 11 agosto 1991, n.266; legalmente costituite da almeno due anni dalla data di presentazione del progetto.

Non possono essere presentati progetti riguardanti:

– le materie/attività della protezione civile;

– della cooperazione internazionale allo sviluppo di cui alla legge 49/1987;

– del servizio civile sostitutivo di cui alla legge 15 dicembre 1972, n. 772 e successive modifiche.

Inoltre, il progetto presentato non deve essere stato oggetto di altri finanziamenti o contributi pubblici.

DESCRIZIONE:

I progetti devono possedere una o più delle seguenti caratteristiche:

a) innovatività sia per il contesto territoriale di riferimento sia per la tipologia di intervento, e realizzazione di attività caratterizzate da una spiccata valenza sociale;

b) promozione di collaborazione con enti locali, enti pubblici, soggetti privati, imprese e sindacati; c) creazione di sinergie e costituzione di reti e collegamenti fra soggetti del volontariato e del terzo settore; d) promozione di interventi pilota, sperimentali, finalizzati a mettere a punto modelli di intervento che possano essere trasferiti e/o utilizzati in altri contesti territoriali.

Gli ambiti prevalenti sono: a) cittadinanza attiva; b) pari opportunità; c) accoglienza e reinserimento sociale di soggetti svantaggiati; d) esclusione sociale; e) legalità e corresponsabilità; f) sostegno a distanza; g) volontariato d’impresa.

Le risorse finanziarie complessivamente disponibili per l’anno 2014 sono pari ad euro 2.000.000,00.

Il costo complessivo della proposta progettuale è di massimo 30.000 euro, comprensivo della quota a carico del proponente pari al 10% del valore del progetto.

Modalità di Presentazione

La richiesta di contributo, il progetto descrittivo e il piano economico (contenuti nel formulario allegato alle Linee di indirizzo), devono essere compilati ed inviati al Ministero del lavoro e delle politiche sociali – Direzione generale del terzo settore e della responsabilità sociale delle imprese, esclusivamente attraverso la piattaforma informatica all’indirizzo: www.direttiva266.it, entro e non oltre le ore 13.00 del 10 dicembre 2014.

A questo proposito si informa che per consentire il necessario aggiornamento tecnico, la piattaforma informatica sarà attiva a partire dalle ore 17.00 del 20 novembre 2014.

Alle Linee di indirizzo 2014 è allegato un formulario unico per la presentazione delle proposte progettuali (composto dalla richiesta di contributo, dal progetto descrittivo e dal piano economico).

Contatti:

Per ulteriori informazioni: Divisone III Volontariato
Settore progetti legge 266/1991
Tel: 06.4683.4091.4046.4158
(dal lunedì al venerdì dalle ore 10.30 alle ore 13.30, martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 15.00 alle ore 16.30)
E-mail: 266-91@lavoro.gov.it ; SegreteriaTerzoSettoreDIVIII@lavoro.gov.it

Vai al sito:

http://www.lavoro.gov.it/AreaSociale/Volontariato/Progetti/Pages/Progetti_2014.aspx