I BIMBI SAHARAWI ARRIVANO A MEDOLLA

Posted on
Il Comune di Medolla e l’Associazione di solidarietà “Kabara Lagdaf” promuovono un progetto d’accoglienza nel quale, come ogni anno, alcuni bambini Saharawi sono ospitati presso diversi comuni modenesi con vari obiettivi. Quest’anno il soggiorno dei bambini Saharawi a Medolla durerà dal 3 al 9 agosto e come ogni anno saranno alloggiati alla scuola elementare “Iqubal Masih”.

Scopo primario dell’iniziativa è di natura sanitaria: durante il soggiorno estivo i bambini ricevono controlli sanitari attraverso un protocollo di visite concordato con l’Assessorato alla Sanità della Regione Emilia Romagna.

Il secondo obiettivo consiste nel permettere ai bambini di trascorrere una piacevole vacanza in Italia, a contatto con la natura e con ambienti diversi rispetto a quello del deserto da cui provengono.

Durante la settimana a Medolla saranno quindi coinvolti in numerose attività: giornate in piscina, visita alla ludoteca di Nonantola ed al maneggio “Ruffo Horses” di San Biagio, gite all’Oasi di San Matteo di Medolla ed all'”Azienda Agricola Casumaro Maurizio” a Solara di Bomporto.

Terzo scopo del progetto è far conoscere agli abitanti del nostro territorio la realtà del popolo Saharawi costretto a fuggire nei campi profughi a sud dell’Algeria dai tempi dell’invasione del Marocco nel 1975.

I bambini ospitati a Medolla provengono da Tindouf, una delle zone più inospitali del deserto, con poca acqua ed elevate temperature. Qui la popolazione vive esclusivamente di aiuti umanitari.

Altri comuni modenesi coinvolti nel progetto d’accoglienza sono Formigine, Montese, Campogalliano, Carpi, Nonantola e Castelfranco.

Il soggiorno dei bambini Saharawi a Medolla durerà dal 3 al 9 agosto e come ogni anno saranno alloggiati alla scuola elementare “Iqubal Masih”.