MODENA HA UN NUOVO PIANO DI PROTEZIONE CIVILE

Posted on
Cosa fare, e cosa non fare, in caso ad esempio di terremoto o di alluvione? Dove andare? Come avere informazioni utili? Dare risposte a queste domande è uno degli impegni del nuovo Piano di Protezione Civile comunale. Qui anche le informazioni per diventare volontario.

Un nuovo Piano di Protezione Civile per rendere più efficace la capacità di intervento delle strutture comunali, in coordinamento con quelle provinciali e regionali, che prevede un ulteriore sforzo nella comunicazione (a partire dai social network) per rendere i cittadini sempre più parte attiva negli interventi, con maggiore consapevolezza dei rischi e dei pericoli del nostro territorio, così come delle azioni da svolgere.
Un Piano che tiene conto soprattutto dell’esperienza sviluppata in questi anni, in particolare in riferimento al terremoto del 2012, e valorizza il ruolo e il lavoro prezioso svolto dai volontari, anche per quello che riguarda la formazione.

Tutto il piano nei suoi dettagli, diviso in capitoli, si può consultare sul sito internet sul sito internet del Comune nella sezione ambiente (www.comune.modena.it/ambiente).

Ad oggi sono oltre 400 i volontari del Gruppo comunale, un centinaio dei quali con meno di 30 anni.
I volontari di Protezione Civile svolgono attività in caso di emergenze sia come supporto agli enti che effettuano gli interventi tecnici (dai Vigili del fuoco all’Autorità di bacino) sia nell’assistenza alla popolazione, non solo nell’ambito del territorio comunale, ma anche a livello provinciale o nazionale. Il gruppo, inoltre, è impegnato negli interventi di prevenzione, come la sorveglianza ambientale o in attività a supporto del Comune per microemergenze o altre iniziative.
Chiunque può iscriversi al Gruppo, purché maggiorenne: non esistono vincoli di sesso, cultura e di nessun altro genere.
Tutte le informazioni e i moduli per aderire si trovano sul sito internet www.moproc.com.