UN MANIFESTO PER IL PUNTO UNICO DEL VOLONTARIATO

Posted on
Sei parole e un’immagine per dire, in poco, tanto: gli studenti della 5° M dell’Istituto d’arte Venturi di Modena hanno partecipato a un concorso indetto dall’Azienda Usl di Modena con il patrocinio dell’Assessorato alle Politiche Sociali, Sanitarie e Abitative di Modena per l’ideazione del manifesto di presentazione del Puv (Punto Unico del Volontariato) e del Punti Libri dell’ospedale di Baggiovara, che verrà esposto in giro per la città nei luoghi più rappresentativi per far conoscere ai modenesi i servizi offerti da questo spazio.

di Laura Solieri

Mercoledì 30 aprile in Comune a Modena si è tenuta la premiazione del “Concorso per il manifesto del Punto Unico del Volontariato” alla presenza di diversi esponenti del mondo dell’associazionismo modenese (le associazioni G.P. Vecchi, Alice, Avis, Avo), del Centro Servizi Volontariato, dell’assessore alle Poiltiche Sociali Francesca Maletti e della direttrice del Distretto sanitario di Modena Francesca Novaco

Maddalena Nicolella, Emilia Benedetti e Maria Vittoria Ferrari sono le tre finaliste del concorso: “nel nostro lavoro, ci siamo concentrate su diverse immagini evocative, come quelle delle mani, dell’abbraccio, del tempo rappresentato dalla clessidra, sull’immagine dell’ingranaggio che richiama la capacità dell’associazionismo di muoversi e coordinarsi tra diverse realtà, come un ingranaggio le cui parti per far funzionare il sistema operano perfettamente all’unisono” spiegano le studentesse.

“L’incontro tra il mondo del volontariato e della scuola attraverso inziative come questa è prezioso e aiuta a concimare il tessuto sociale della città in cui viviamo, aiutando a conoscere le risorse che ci sono per condividerle, nella consapevolezza che l’unione fa la forza” hanno affermato Sergio Pozzi, presidente del Comitato Consultivo Misto, l’assessore Maletti e la dottoressa Novaco, sottolineando l’importanza dell’operato del Csv di Modena da sempre impegnato nella realizzazione di progetti che mettono in collegamento il mondo della scuola e dell’università con quello del volontariato.

“Sono molto orgogliosa di come hanno lavorato i miei ragazzi, che sono come i fiori del mio giardino” ha commentato la prof. di Progettazione grafica del Venturi Rita Cavallini che ha seguito la classe nella partecipazione al concorso

Abbiamo bisogno di poche parole e di disegni efficaci per colorare e far esprimere il variegato mondo del volontariato: fatevi avanti voi che siete così bravi!” questo è stato l’invito affettuoso del presidente di Avis provinciale Pino Ligabue, noto disegnatore

La vostra capacità di interpretare il messaggio che anima lo spirito del volontariato e in particolare del Puv traducendolo in grafica ci ha colpito, l’ennesima dimostrazione che il contributo dei giovani è fondamentale per accrescere e migliorare la società, partendo da piccoli esempi come questo” si sono complimentati Valentina Bertoni di Avo Modena, Renata Ferrari di Alice ed Enio Concari della G.P. Vecchi.

Da giovedì 8 maggio, in ospedale a Baggiovara, sarà inoltre possibile visitare l’esposizione di tutte le opere create dagli studenti del ‘Venturi’. Alle ore 16.00, infatti, sarà inaugurata nella hall del nosocomio modenese una mostra dedicata agli elaborati dei giovani artisti. Per l’occasione sarà presente anche il poeta Antonio Nesci. I lavori resteranno esposti fino al 15 maggio.